La Sfera dei Capricci

La sfera dei capricci: Oremus

Una rubrica di Franco Costantini
Redazione de Il Legionario
inserita 7 giorni fa
822
0:00
611
O Sfera che governi
del calcio il paradosso,
ispira versi eterni
al vate giallorosso…



«La gioia è tanta, la potrei rivendere.
Fermate il campionato, voglio scendere!»

Il distico qua sopra è la trasposizione in versi (fedele nella sostanza) della battuta di un amico, pronunciata giusto alla fine di Roma-Napoli. È comprensibile: le sue aspettative, per questa stagione, non erano altissime; e la Roma al terzo posto gli sembrava un sogno.
Appena 24 ore dopo, però, questo amico - ormai “assuefatto” alle vittorie consecutive - ha alzato il tiro… Anche in questo caso, traspongo le sue parole in distico.


«Non voglio accontentarmi, e sai perché?
Inter e Juve… mica son granché…»

Secondo me, l’amico esagera (io sul terzo posto ci farei la firma); d’altra parte, distogliere qualcuno dal suo sogno è - ai miei occhi - quasi un crimine.

*

Roma Napoli 2-1

Quarto gol consecutivo di Zaniolo: è la chiave che ha consentito alla Roma di aprire la difesa del Napoli. Canterò la rete in duplice quartina: prima in endecasillabi, e poi in sintetici ottonari.

Corre Leonardo, che mantiene viva
l’apertura profonda di Gianluca;
servizio dietro a Nicolò che arriva:
botta mancina e palla che s’imbuca!

Da Mancini a Spinazzola,
palla dietro per Zaniolo:
il sinistro ci consola,
e la Roma prende il volo.

*

Gli anagrammi della settimana

1.
La vittoria sul Napoli e la quarta rete consecutiva di Zaniolo meritano di essere celebrati con una frase anagrammata.


Vince due a uno col Napoli; la Roma è terza!
→ Zaniolo (acume del lupo!) va ancora in rete

2.
Roma - Napoli: mentre Veretout si accingeva a battere il rigore (quello che avrebbe portato al raddoppio), Gianluca Mancini pregava in silenzio, a mani giunte (forse memore del precedente errore di Kolarov). Ovvero:


Mancini assorto in preghiera
→ (Ansietà: «Non sprechiam rigori!»)





3. (Omaggio al Ninja)
Nainggolan è ancora lì. In zona Champions. E questa volta non con la maglia della Roma o dell’Inter, ma con quella del Cagliari. D’accordo, è un giocatore “fuori dalle righe”; ma la sua generosità in campo è senza eguali, e ha sempre avuto un rendimento da campione.
Lo voglio ricordare (con affetto) riproponendo una sua celebre onomanzia (N.B.: l’anagramma fu scoperto, prima che dal sottoscritto, dall’amico Spoon Down).


Radja Nainggolan
→ Gran goal da Ninja

*

Sfottò in novenari

Il Milan è giunto alla sesta sconfitta in 11 partite. L’ultima gara - addirittura - l’ha persa in casa contro gli sbiaditi… Ragion per cui, il seguente sfottò in novenari è assolutamente stra-meritato.

San Siro è la Scala del Calcio:
e il Milan Pioli si prese,
sperando non fosse un intralcio
ma un mezzo per compiere ascese.

«La “Scala a Pioli” è vincente!»
«Tranquilli, faremo l’impresa!»
Ma quelli non vinsero niente,
ché eran Pioli in discesa…


Franco Costantini





Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata