La Sfera dei Capricci

La Sfera dei Capricci: Lupi ed Agnelli

Una rubrica di Franco Costantini
Redazione de Il Legionario
inserita un mese fa
1074
7:00
966
O Musa Pedatoria,
o Sfera dei Capricci:
raccontaci una storia,
del grande calcio dicci…



LUPI

1.
Quattro palle a domare il Benevento,
tre all’Udinese, e poi vittoria a stento
col Qarabag, che essendo team AZERO
dovevasi piegare per “due A-ZERO”…

2.
Ventisette settembre: non è strano
se dico «Tanti auguri, Capitano».

*

AGNELLI

Nel comunicato ufficiale n. 11 del Tribunale nazionale della Federcalcio, Sezione Disciplinare (25 settembre 2017), ho trovato ispirazione per il seguente giochetto in endecasillabi.

La storia secolare del pallone
trasmuterà la società futura,
modificando insin la tradizione,
e ’l pensiero e la lingua e la cultura.

Così che in un domani non remoto
più d’un valor vedremo ribaltato,
e produrràssi un vero terremoto
nei simboli e nel lor significato.

Cangerân, ne le fiabe per i pupi,
forme, similitudini e modelli:
e si dirà «innocenti come Lupi»,
«famelici e feroci come Agnelli».

(«Tre porcellini a ’ndrangheta collusi
- manovalanza d’un Agnêl crudele -
fecero in edilizia molti abusi
sfrattando infine il povero Ezechiele»).

(«Un giorno Cappuccetto Giallorosso
un Agnello incontrò, così Cattivo
che sbranava le nonne fino all’osso,
rubando loro il titolo sportivo»).


*

LUPI ED AGNELLI

A paragôn d’Agnelli, oggi contriti,
sembrano i Lupi più… “disinibiti”.


Franco Costantini



Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata