La Sfera dei Capricci

La Sfera dei Capricci: La madre di tutte le partite

Una rubrica di Franco Costantini
Redazione de Il Legionario
inserita 8 mesi fa
889
7:00
201313
Al tuo cospetto, o Diva,
il mio desio s’evinca:
che Roma sempre viva,
che Roma lotti e vinca.



Se andate sui vari siti di scommesse sportive, vi renderete conto che tutti i bookmakers sono pressoché d’accordo sulle “quote scudetto”. Qui, a titolo esemplificativo, riportiamo un solo prospetto (aggiornato al termine della ventesima di campionato).
La favorita è l’Inter, davanti alla Juve. La Roma è soltanto sesta.


Inter 2,25
Juventus 3,25
Milan 3,75
Atalanta 21,00
Napoli 21,00
Roma 26,00
Lazio 34,00

Secondo gli esperti, dunque, la Roma occupa “abusivamente” l’attuale podio. E sarebbe destinata a scendere di tre posizioni. Ecco perché sono soddisfatto dei miei Lupi: stanno facendo molto più del dovuto! E dovranno fare più del dovuto anche per uscire indenni dalla prossima insidiosissima gara. E che gara!

I lupi amati e le zebre aborrite:
è “la madre di tutte le partite”.

Dunque: Daje Roma! Continua a stupirci, Lupa mia, continua a gettare il cuore oltre l’ostacolo! Da parte mia, ti inciterò in tutti i modi possibili: anche indirettamente; ad esempio componendo una quartina “mitologica” con funzioni scaramantiche.

Dio disse: «Creo per gli uomini il buon pane;
per gli èquidi, m’invento la carruba!».
Le zebre in quel momento eran lontane,
e giunse loro un’eco: «… ruba!, …ruba!».

*

Roma Verona 3-1

In pochi minuti, tre gol alla miglior difesa del campionato: pratica archiviata! Il modo migliore per reagire alle polemiche della settimana; il modo migliore per approcciarsi alla “madre di tutte le partite”. Certo, non tutto è filato liscio: all’inizio della ripresa, i Lupi hanno avuto il consueto calo fisiologico (subendo il consueto gol allo scadere dell’ora di gioco). Ma hanno saputo riprendersi, portando al sicuro il risultato senza troppi affanni.

Mancini, “Miki” e infine Mayoràl.
E la vittoria il terzo posto vâl…

Ho particolarmente apprezzato la prestazione di capitan Pellegrini, ancora una volta trascinatore. Ma mi ha colpito, soprattutto, una curiosa coincidenza… Se guardate le iniziali dei cognomi dei marcatori, salterà all’occhio anche a voi: tra l’altro, dei trentadue giocatori complessivamente scesi in campo (11+11+5+5), i soli che cominciano per “M” sono proprio loro tre. Ecco dunque un anagrammuccio in merito.

Roma-Verona, gennaio Duemilaventuno
→ Ora, un’idea nuova: vanno in gol tre “emme”!

Infine, vi propongo un gradito regalo da parte dell’amico Jpp69. È un anagramma pure questo.

Esclami Verona… → e vince l’AS Roma!
[Jpp69]

*

Il calciomercato

Si è chiusa la sessione invernale del mercato: nella quale la Roma, a mio avviso, ha operato benissimo; nonostante il “freno” di questi due fattori: 1) le attuali ristrettezze di bilancio; 2) il rifiuto che alcuni “esuberi” hanno opposto ad ogni proposta di trasferimento, bloccando - di fatto - il mercato in uscita.

È arrivato El Shaarawy a costo zero. Un ritorno gradito, quello del Faraone; un ritorno che garantisce grande qualità in attacco.
E poi, per la fascia, è arrivato l’americano Reynolds. Dicono che sia velocissimo, discreto tecnicamente, e molto bravo nel fondamentale del cross; forse deve migliorare nella fase difensiva, ma è giovane e può imparare.

Dopo la tensione tra Dzeko e Fonseca, molti tifosi hanno temuto l’assurdo scambio con l’Inter (a loro il bosniaco, a noi Sanchez). Uno scambio tutt’altro che equo (dal punto di vista tecnico, non “fiscale”!), che per fortuna si è rivelato soltanto un’idea folle di agenti e procuratori. Io credo che la Roma non abbia smentito sùbito questa voce… con lo scopo preciso di creare un depistaggio: sono convinto che Pinto, in segreto, abbia lavorato per un altro scambio (poi non riuscito).
Comunque sia, Dzeko resta con noi. La mossa più saggia, a questo punto, è ricomporre le fratture. Almeno fino al termine della stagione. La pace conviene a tutti; e spero vivamente (magari attraverso la mediazione carismatica dello stesso Friedkin) che si raggiunga prestissimo. Magari già da sabato, per “la madre di tutte le partite”…


*

Un anagramma per Totti

Fra tutti gli assi nel calcio mondiale di ogni epoca…
→ scelgo il genio di Francesco Totti: ai Lupi dà l’anima!




Franco Costantini





Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata