La Sfera dei Capricci

La Sfera dei Capricci: Give me five

una rubrica di Franco Costantini
Redazione de Il Legionario
inserita un mese fa
865
0:00
655
Al tuo cospetto, o Diva,
il mio desio s’evinca:
che Roma sempre viva,
che Roma lotti e vinca.




Cinque “cose” che mi fanno felice

1) la Roma che vince segnando cinque reti;
2) Dzeko che torna a fare gol;
3) mister Ranieri (cuore giallorosso) che asfalta 3-0 gli sbiaditi;
4) la sconfitta di “FalsaChioma”;
5) la Juve che frena a Crotone.

Tra due di queste cinque “cose” c’è una relazione da approfondire. E lo facciamo subito. Dunque: il Benevento (allenatore Pippo Inzaghi) perde 5 a 2 con la Roma; la Lazio (allenatore Simone Inzaghi) perde 3-0 contro la Samp. In pratica, si è realizzato quello che chiedevo al Fato e alla Nemesi. Mi spiegherò meglio con qualche (sf)ottonario [qui l’aggettivo “vaghi” - va precisato - non significa “incerti” o “indeterminati”; è nell’altra accezione: cioè “belli”, o “leggiadri”, o “attraenti” (cfr. Leopardi: «Vaghe stelle dell’Orsa…»)]


Tra i miei sogni più segreti,
più incantevoli e più vaghi:
possan perder di tre reti
tutti e due i fratelli Inzaghi…

*

Cinque pronostici azzeccati

Sono soddisfatto anche per un’altra cosa: le mie “predizioni anagrammatiche” della scorsa settimana (in 4 anagrammi, 5 predizioni) si sono TUTTE realizzate! Avevo detto:
1) il Benevento è squadra temibile, ci metterà in difficoltà (in effetti, al minuto 68° il punteggio era ancora 2-2);
2) occhio a Caprari (in effetti, ci ha segnato);
3) occhio a Lapadula (in effetti, ci ha segnato);
4) la partita sarà un «bel vedere» (in effetti, 7 gol l’hanno resa senz’altro spettacolare);
4) la Roma otterrà una «buona vittoria» (in effetti, 5-2).


*

Roma Benevento 5-2

La difesa deve essere sistemata. Non mi riferisco ai due gol subiti (il primo nasce da una sfortunata deviazione di Ibanez, che imprime al tiro di Caprari una strana traiettoria; il secondo viene da un rigore inesistente, perché Veretout colpisce il pallone prima di toccare il piede dell’avversario). Mi riferisco, piuttosto, a qualche errore in uscita e a un paio di cattivi posizionamenti di cui il Benevento avrebbe potuto approfittare.
Per il resto, sono soddisfatto: la Roma ha creato tantissime occasioni. Rimpiango un altro possibile gol di Dzeko (sul 3-2, a un metro dalla linea di porta, ha appoggiato malamente sullo stinco del portiere!) e la mancata rete di “Miki”.


In particolare, mi sono piaciute cinque cose:

1) lo striscione sugli spalti con cui l’Unione Tifosi Romanisti ha omaggiato il padre del nostro Francesco: «Ciao Sceriffo, tifoso romanista dal cuore d’oro»;
2) l’assist di Pellegrini per il gol del pareggio; prima il nostro Lorenzo prova a concludere, poi, sulla respinta, è velocissimo a vedere (e a servire con precisione) il compagno Pedro;
3) il lancio di Mirante per “Miki”, che ha dato il “la” all’azione del raddoppio; e la precisione dell’armeno nell’invito all’accorrente Dzeko;
4) la presenza in tribuna di Friedkin senior e Friedkin junior: li ho “percepiti” vicini alla squadra; non solo fisicamente;
5) il gol di Carles Perez, capolavoro di velocità, tecnica, potenza e precisione.

A proposito di Carles: perdonatemi, ma sognavo da tempo di fare una rima tra Perez e “jerez” (che in spagnolo significa “sherry”). Adesso o mai più!


Al gol di Pedro brindo con “el jerez”!
E poi Dzeko, “Vertù”, ancor Dzeko e Perez!

*

Sfottonari ed endecasfottò

I “cuggini” si meritano una doppia canzonatura in versi. A Marassi sono crollati contro la Samp: reti di Quagliarella, Augello e Damsgaard. Ecco allora due quartine di sfottonari (N.B.: in lingua danese, Damsgaard significa “damigella”).

L’aquilotto (che peccato!)
per due volte vien beffato
da un “volatile” più snello:
prima “Quaglia”, dopo Augello.

E alla terza rete frana
l’aquilotto, e si sfracella:
non segnò “falco” o “poiana”,
ma danese “damigella”.

Agli sfottonari, tanto per concludere in bellezza, aggiungo un “endecasfottò” in distico:

Spennare gli aquilotti è cosa bella:
grazie Ranieri, grazie Quagliarella.


Franco Costantini





Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata