La Sfera dei Capricci

La Sfera dei Capricci: Due speranze e un rimpianto

Una rubrica di Franco Costantini
Redazione de Il Legionario
inserita 28 giorni fa
863
0:00
833
Al tuo cospetto, o Diva,
il mio desio s’evinca:
che Roma sempre viva,
che Roma lotti e vinca.



Mentre scrivo, sembra che si sia finalmente sbloccata la lunghissima e faticosissima trattativa per Smalling. Il centrale inglese s’era innamorato del nostro tifo e della nostra città (innamoramento reciproco, a dire il vero); e dunque la vicenda potrebbe concludersi nel più felice dei modi. Per dirlo con un anagramma:

La Roma l’intrigò d’osanna…
→ Smalling ora torna da noi!

Sembra fatta anche per il 23enne Borja Mayoral, che dovrebbe fare il vice-Dzeko. Che ci dice l’onomanzia? (N.B.: la presenza delle lettere “J” e “Y” mi ha suggerito l’uso di due parole inglesi: royal jab; l’espressione si potrebbe tradurre con “colpo reale”). Speriamo bene.

Borja Mayoral → Roma: royal jab!

Da due anni niente Champions; e poi il lock-down; e poi il bilancio in rosso… Le vicende dei nostri Lupi, nell’ultimo periodo, sono andate di male in peggio. Speriamo che questi due acquisti (dopo il rimpianto dei due punti persi con la Juve) riescano a invertire la tendenza. Lo dirò con un distico ironico:

Smalling arriva, arriva Mayoràl:
la rosa cambierà di “peggio” in “mal”!

*

Roma Juventus 2-2

Non sono riuscito a scrivere di questa gara nei giorni immediatamente successivi. Provo ora, “a freddo”. Ma, in realtà, la rabbia mi pervade ancora; il commento pertanto - pur dilazionato nel tempo - sarà sempre “a caldo”.
Intendiamoci: il gioco della Roma mi ha soddisfatto. Abbiamo messo in difficoltà la Juve per quasi tutta la gara. Proprio per questo, i due punti persi bruciano ancora di più. Tre, in particolare, sono i miei “rovelli”:
a) Dzeko (che di tanto in tanto offre prestazioni evanescenti, condite da abominevoli sprechi sotto rete);
b) Bruno Peres (ho ancora negli occhi i suoi errori in appoggio, nonché il suo atteggiamento passivo su Ronaldo che svetta e fa il 2-2);
c) Fonseca. Perché ha fatto solo due cambi? Perché uno di questi cambi era Bruno Peres? Perché non ha fatto entrare, ad esempio, Villar e Carles Perez? Sta di fatto che - nel finale - sembrava avere più birra in corpo la Juve, per quanto ridotta in dieci dall’espulsione.

La rabbia mi spinge a citare qualche santo di troppo (fuor d’omelia, per giunta); e a comporre i seguenti endecasillabi:


Là nella vigna già si spremon l’uve,
giacché settembre è tempo di vendemmia.
L’occasione di spremere la Juve
sprecò la Roma (e vola una bestemmia).

*

Gli anagrammi della settimana

1.
I “cuggini” ne prendono quattro dall’Atalanta. Per commentare, ci vuole l’anagramma giusto:

La Lazio perde in casa con i bergamaschi
→ Che cani! Gomes brilla ancora. «Dài, “spiaze”…»


2.
Nella scorsa puntata, avevamo già omaggiato il compleanno di Totti “ex ante”. Ora ci ripetiamo “ex post”, con una variante del precedente anagramma.

O ventisette settembre Millenovecentosettantasei!
→ «Bel mese!» - attesti - «Venne Totti, venne Totti e scelse Roma!»



Franco Costantini





Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata