La Sfera dei Capricci

La Sfera dei Capricci: Déjà-vu

Una rubrica di Franco Costantini
Redazione de Il Legionario
inserita 2 mesi fa
863
7:00
1266
Al tuo cospetto, o Diva,
il mio desio s’evinca:
che Roma sempre viva,
che Roma lotti e vinca.




Poco prima della gara di Torino, ho tentato una “profezia anagrammatica”. Non felice. Eccola:

Juventus-Roma, febbraio Duemilaventuno
→V’è (noto) un déjà-vu: mi sembra un abile furto

In realtà, nella partita non ci sono stati furti veri e propri. A parte, forse, il fatto che Orsato non sia andato a controllare al Var il contrasto sospetto Villar-Rabiot. Intendiamoci: NON è uno scandalo se quel rigore NON viene dato; ma è uno scandalo che non si vada nemmeno al Var; puzza di “protezione preventiva” nei confronti della squadra da compiacere…

La “profezia anagrammatica”, tuttavia, si è rivelata in parte giusta. Perché il senso di déjà-vu, in questa sconfitta, è potente e prepotente: ancora una volta (l’ennesima) la Roma inciampa contro una big.

E così, in una sola giornata, abbiamo perso due posizioni in classifica: la Lazio ci ha raggiunto al quarto posto, ma - in realtà - ci ha già scavalcato, in quanto vinse 3-0 lo scontro diretto.
Non è certo il momento di scoraggiarsi. Anzi! Ora ci attende il trittico di partite Udinese-Braga-Benevento (la prima in casa, le altre due in trasferta). Dobbiamo trovare la determinazione giusta per fare sei punti in campionato e per ipotecare il passaggio del turno in Europa League: se riusciremo in questo, le nostre ambizioni Champions saranno tutt’altro che sepolte. Daje Roma!

Udinese, poi Braga e Benevento:
sogno tripla vittoria in tal cimento…

*

Juventus Roma 2-0

Quattro cose che NON mi sono piaciute:
1) la Roma è stata troppo poco propositiva (e troppo sterile) negli ultimi sedici metri;
2) Pau Lopez - mi spiace per lui - ha mostrato ancora una volta i suoi limiti: è fuori posizione nel primo gol di Ronaldo (quando parte il tiro del portoghese, preciso ma lento, lui dovrebbe essere già verso il centro-porta; e invece sta coprendo ancora il primo palo; inoltre non si tuffa con la necessaria prontezza); in occasione del secondo gol, poi, esce malissimo, ed è dunque corresponsabile dell’autorete;
3) i cambi di Fonseca hanno lasciato a desiderare; perché - ad esempio - togliere Villar, ancora tonico e pienamente in partita?
4) Dzeko ha giocato solo mezzora; ma sono stati trenta minuti davvero irritanti, caratterizzati da abulia e imprecisione (l’unica cosa buona tra cento errori: una spizzata di testa per Carles Perez).

Tuttavia, non bisogna mai “buttare il bambino con l’acqua sporca”. La Roma è stata capace di mostrare molte cose buone. Ancor più buone, se si considera la qualità dell’avversario.
Diamo un’occhiata alle statistiche del match:

Possesso palla: Juve 48,4%, Roma 51,6%
Duelli vinti: Juve 47,3%, Roma 52,7%
Duelli aerei vinti: Juve 45%, Roma 55%
Palle intercettate: Juve 7, Roma 12
Fuorigioco: Juve 6, Roma 1
Corner: Juve 2, Roma 9
Tiri totali: Juve 3, Roma 14
Tiri nello specchio: Juve 2, Roma 3

Questi dati parlano chiaro: la Roma è stata superiore alla Juventus IN TUTTO. Tranne che in una cosa: l’efficacia in zona gol.
Ho letto su molti giornali che «la differenza l’ha fatta il numero uno: Ronaldo». Io sono di un diverso parere. La differenza non l’ha fatta “IL” numero uno; ma “I” numeri uno. Ovvero: a portieri invertiti, la gara sarebbe finita 0-0.

Infine: sulle pagelle dei vari periodici sportivi, ho visto voti insufficienti per tutti i nostri difensori. Anche questo è un déjà-vu: il risultato che condiziona il giudizio…
Io non sono d’accordo: non dimentichiamoci che abbiamo concesso alla Juve solo tre tiri in porta, da cui i bianconeri hanno tratto il massimo risultato (due gol e una traversa). Per me, i tre centrali della nostra difesa (che, senza Smalling, si è presentata in versione “giovanissima”) sono stati bravi; e costituiscono una delle basi per costruire la Roma del futuro.


Il match è stato sfortunato e duro;
ma già sogno la Roma del futuro…



Il distico della settimana

C’è virUS, ictUS, pUS… Le cose brutte
in US (juventUS pur!) finiscon tutte!






Franco Costantini





Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata