La Sfera dei Capricci
APPROFONDIMENTI

La sfera dei capricci: Confidando in San Claudio

Una rubrica di Franco Costantini
Redazione de Il Legionario
inserita 8 giorni fa
930
10:00
611
O Sfera che Sublime
del calcio crei l’idioma…
ispirami due rime
(e sempre Daje Roma!)



Ne sono convinto: Di Francesco ha sicuramente sbagliato più volte, ma le colpe principali NON sono le sue.
Comunque sia, non è il tempo giusto per le critiche “politiche”. Ora la squadra va sostenuta nell’impresa (difficilissima, ma ancora possibile) di salvare la stagione.
E Ranieri è sicuramente l’uomo giusto (anche se forse - perdonate la malignità del mio pensiero - scelto per il motivo sbagliato: sulla piazza, era il Mister che costava meno; quello che si poteva ingaggiare facendo leva su ragioni sentimentali).
L’uomo giusto, dicevo. Non dimentichiamoci che col vecchio Claudio, nel 2009-10, la Roma ha già vissuto una “resurrezione”: quella che, senza furti clamorosi e senza inverecondi “aiutini” agli avversari, l’avrebbe condotta a un meritatissimo scudetto.
Claudio ha fatto poi un altro miracolo in Premier: quello di portare il Leicester a un titolo che in Italia (teatro storico di furti clamorosi e inverecondi “aiutini” agli avversari) non avrebbe potuto conquistare.

Ranieri al nostro “capezzale”, dunque. Nel ruolo di esperto “medico”. Per dirla con un anagramma…


Claudio Ranieri — > Ei ordini “la cura”

Più che una cura, comunque, qui urge un miracolo. San Claudio di Condat, si narra, resuscitò un bambino. Saprà ripetersi San Claudio di Roma?, e fare altrettanto con la squadra giallorossa?

*

Roma Empoli 2-1

Questo finale di stagione me lo immagino così: un difficilissimo “adventure game”, dove la comparsa di un super-eroe (Sir Claudio) offre nuove speranze per raggiungere l’obiettivo…
La task-Empoli, intanto, si è felicemente risolta.


El Shaarawy, Patrik Schick:
vien da loro il doppio clic
con cui s’apre (user-friend)
la finestra “nuovo trend”…

Comunque, ci sarà da soffrire e tremare. Specie se ripenso all’ultimo quarto d’ora del match (dall’80esimo al 95esimo). Dopo l’espulsione di Florenzi, la retroguardia della Roma era così composta: Karsdorp, Juan Jesus (inguardabile nella goffaggine estrema dell’autorete), Marcano, Santon. Forse (anzi, senza forse) la peggior linea difensiva giallorossa dal 1927 ad oggi.
Karsdorp, Juan Jesus, Marcano, Santon: un incubo da cui non riesco a svegliarmi… Per dirla in distico d’endecasillabi tronchi:


Karsdorp, Juan Jesus, Marcano, Santòn:
vorrei destarmi, ma desto già son…

*


Gli anagrammi della settimana

N.B.: Il secondo anagramma non è mio, bensì di “Altea”, che ringrazio sentitamente.

1)
Il primo anagramma è quasi una didascalia dell’ultima partita della Roma.


È emerso il polso di Ranieri: pungolò “sua” Lupa
—>
I giallorossi superano l’Empoli per due a uno

2)
Nerazzurri eliminati in Europa League dai tedeschi dell’Eintracht. Ecco, in proposito, uno splendido anagramma di Altea (che ho l’onore di annoverare tra gli amici di 101 Anagrammi Zen).


Eintracht Francoforte —> Inter: forte choc tra fan

*

Sfottonari

Dopo Inter Eintracht 0-1 (e conseguente eliminazione dall’Europa), il Pelato ha rilasciato una dichiarazione illuminante. La riporto integralmente (e vi pre-avverto: qualora non la capiste, non preoccupatevi, che la colpa non è vostra).

L.S.: «È sempre così, nel tentativo di andare a recuperare, invece di fare bene quello che devi far te, pensi sempre di risolvere la cosa da solo invece di fare bene il tuo lavoro nel tuo settore e dare poi il contributo alla squadra attraverso ciò quello che deve essere il tuo compito, vai a portare palla come ci è successo, vai a creare ancora più, più disordine perché poi è stato così, e nel portare palla poi si è lasciato degli spazi che quando la porti poi la perdi e le rincorse si sono allungate e non si è trovato quasi mai le distanze di squadra ecco sia in un modo che nell’altro».

Ecco… Belle parole, no? Inevitabile, per il sottoscritto, chiosarle in “sfottonari”…


Nel discorso tuo, o Pelato,
il “disordine” è citato:
ma un disordine più grande
dal discorso tuo s’espande…

Ignorando i tuoi commenti,
canterei dei tuoi talenti:
ma i talenti in cui tu eccelli
sono meno dei capelli…


Franco Costantini



Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata