Triplice fischio

La Roma si ferma a Parma

Al Tardini finisce 2-0 per i padroni di casa
Redazione de Il Legionario
inserita 26 giorni fa
353
0:00
744
La Roma scende in campo al Tardini con la stessa formazione schierata giovedì nella partita contro il Borussia Mönchengladbach, ad accezione di Spinazzola che per il primi 26 minuti si riprende la fascia per poi accusare l’ennesimo problema muscolare e lasciare il posto a Santon.

Il ritmo iniziale è basso e il Parma riesce a controllare bene il match. Nel primo tempo Gervinho e Cornelius provano anche a pungere la retroguardia giallorossa ma le conclusioni sono poco precise o comunque preda dell’attento portiere giallorosso Pau Lopez. Nella prima frazione di gioco la Roma si vede solo in una ripartenza, con Kluivert che recupera palla in difesa, si fa tutto il campo e offre palla a Dzeko, il bosniaco serve Kolarov sulla fascia che calcia potente ma impreciso.
A fine primo tempo Gervinho lascia il posto a Sprocati.

Nel secondo tempo la Roma scende in campo con una maggiore convinzione e al 55’ colpisce un legno con una bellissima punizione di Kolarov, sulla ribatutta si avventa Pastore che si vede respingere un gran tiro a botta sicura da Sepe. Nel momento migliore della Roma arriva il gol del Parma con Sprocati che viene servito a centro area e nonostante il tiro strozzato riesce ad insaccare alle spalle di un incolpevole Pau Lopez.
Fonseca inserisce Under al posto di Pastore e Diawara per Fazio, arretrando Mancini in difesa. I giallorossi però non riescono a rendersi pericolosi, gli unici tiri arrivano da fuori area, con Zaniolo e Under che prendono la mira ma colpiscono troppo centrale. E’ il Parma, infatti, a rendersi più pericoloso con Cornelius che si vede respingere un tiro velenoso da centro area da un ottimo intervento di Pau Lopez, il portiere giallorosso compie un altro mezzo miracolo qualche minuto dopo su un bel tiro a giro di Kulusevski. La Roma si sbilancia in avanti alla ricerca del pareggio, ma subisce la ripartenza del Parma con Hernani che serve Cornelius, il danese questa volta non sbaglia e segna il raddoppio proprio allo scadere dei tre minuti di recupero.

E’ una Roma stanca e provata dalle sette partite in venti giorni, la sosta permetterà di recuperare energie e qualche uomo per ripartire con maggiore freschezza.





Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata