In & Out

Juventus Roma 1-1 - In & Out

Un buon punto guadagnato allo Stadium a fronte di una prestazione singhiozzante. A cura di Giovanni Acone
Redazione de Il Legionario
inserita 3 mesi fa
249
3:00
877
Così la Roma di Mourinho torna da Torino, archiviando il primo scontro con la Juventus. Un primo tempo horror, iniziato con la rete di Vlahovic dopo poco più di un minuto e dal raddoppio, poi annullato, di Locatelli, viene sanato dal gol di Abraham e da una seconda frazione più convincente. I giallorossi subiscono quasi passivamente le offensive strisciate, lasciando gli applausi al giovane Miretti, rispondendo in maniera sconclusionata. Al rientro con Zalewski ed El Shaarawy il gioco cambia e il pallino passa nelle mani dei capitolini. Mourinho non è rimasto certamente contento perché contro questa Juventus tre punti erano abbordabili, ma tutto sommato il pareggio ci permette di restare nel gruppo delle prime. La difesa è una diga, il centrocampo invece fa fatica a stare dietro agli avversari, tanti spunti da cui ripartire in allenamento e in vista della trasferta a Monza, che seppur sia ancora a 0 punti, non è da sottovalutare.


IN

Roger Ibanez – Chris Smalling

I due difensori che meglio si oppongono alla potenza fisica di Vlahovic. L’inglese ci ha abituato a grandi prestazioni e alla solidità, ma è il brasiliano a darmi più soddisfazione: spesso oggetto di critiche, dimostra invece di saperci fare per un ragazzo di 23 anni innamorato della città e della squadra. Messo a giocare sul suo lato debole non sfigura minimamente, anzi, fa il muso duro e lotta da vero gladiatore. Un vero e proprio sistema di sicurezza.

Paulo Dybala
Prova ad essere il più propositivo in avanti con movimenti e giocate dal limite dell’area, poi il lampo da Joya arriva sul calcio d’angolo di Pellegrini: la palla va lunga sul secondo palo e lui la rimette in mezzo in sforbiciata, trovando Abraham per il pareggio. Soffre inevitabilmente la mancanza di solidità a centrocampo e si vede costretto a giocare più arretrato.


OUT

Leonardo Spinazzola

Da chi meno te lo aspetti arriva la delusione più grande. In una partita che sulla carta lo vedeva molto più avanti rispetto a De Sciglio, ‘Spina’ non ingrana e sembra quasi cedere il passo al compagno di nazionale. Prova solo una volta una fuga delle sue e per il resto sbaglia tanto anche nei filtranti lungo linea, destinati amaramente ad uscire. Al suo posto entra un ben più motivato Zalewski. Tempo al tempo e si riprenderà.

Nemanja Matic
Abraham nel post-match ha parlato della necessità di integrarsi coi compagni nuovi, Matic è ovviamente tra questi. Il suo fallo dopo 20 secondi costa la rete di Vlahovic, certo non gliene faccio una colpa, ma il resto del match è sottotono. Ancora non sintonizzato coi compagni di reparto, fa un po’ fatica in copertura, ma è normale alla prima da titolare. La stoffa del gran giocatore c’è, tocca aspettare anche per lui che la mostri.


Giovanni Acone





ULTIMI ARTICOLI

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata