In & Out
STADIO

In&Out Roma-Sampdoria: grazie Capitano!

Dopo la tempesta arriva il sole sull'Olimpico: Francesco Totti (di Alessandro Tagliaboschi)
Redazione de Il Legionario
inserita 11 mesi fa
1268
7:00
292121

La Roma torna dalla sosta con una vittoria per 3-2 sui blucerchiati in una partita pazzesca. I giallorossi vanno in vantaggio all’8’ con Salah, per poi complicarsi incredibilmente la vita subendo prima il pareggio con Muriel al 18’ e sul finale di tempo il gol di Fabio Quagliarella che porta in vantaggio gli ospiti. Poi il diluvio, l’interruzione, il sentore che la partita sarebbe stata rinviata, ma alla fine è arrivato il sole sull’Olimpico e sulla Roma: Francesco Totti.

In:

Francesco Totti: Ormai c’è poco da dire su questo calciatore. 249 gol in Serie A, 304 con la maglia giallorossa e le 40 primavere che bussano alla porta. Clonatelo, fermate il tempo, ma un rimedio è necessario che sia trovato in quanto questa Roma è ancora fortemente dipendente dal suo Capitano. Giocate illuminanti, assist e la freddezza glaciale nel rigore al 93’ che tira fuori la Roma dai guai. Ormai è sempre così, da 25 anni a questa parte. Grazie Francesco.

Edin Dzeko: Il gigante bosniaco continua a mostrare progressi importanti sotto ogni punto di vista. Dzeko combatte, è sempre nel vivo delle azioni e realizza un gran gol per freddezza e velocità di esecuzione. Ha la possibilità dopo il pareggio di portare la Roma in vantaggio, ma quasi per vizio sciupa l’occasione. Stavolta ti perdoniamo, ben fatto Edin!


Out:

Juan Jesus: Nessuno vuole bruciare questo ragazzo, ma le sue prestazioni in queste prime apparizioni sono altamente negative. Il difensore brasiliano è in completa balia di Luis Muriel e si perde Quagliarella nell’occasione del gol del vantaggio della Sampdoria. Cresce nella ripresa quando la Roma comanda il gioco, ma non fornisce le giuste garanzie. Rimandato, di nuovo.

Wojciech Szczesny: Inizio di stagione buio per il portiere polacco, che viene sorpreso dal gran destro al volo di Muriel ma è grave l’indecisione che porta al vantaggio Doriano, con l’estremo difensore che lascia passare un pallone all’interno dell’area piccola. Oltre a questo, tanti errori anche nei rilanci, sia con i piedi ma anche con le mani. Periodo di affanno oppure sintomi di sofferenza per la concorrenza agguerrita di Allison?

Stephan El Shaarawy: Anche per il “Faraone” prime partite stagionali altamente al di sotto le aspettative. La speranza è che sia solamente un problema legato alla condizione fisica e non alla mancanza di stimoli e motivazioni. Visti gli importanti sei mesi dello scorso però, il ragazzo merita tutta la nostra pazienza. Dai Stephan!


Alessandro Tagliaboschi

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata