Mercato

Il Punto sul Calciomercato – Settimana 4

di Giovanni Acone
Redazione de Il Legionario
inserita 2 mesi fa
231
10:00
822
Ennesima settimana, ennesimo valzer degli attaccanti, ennesimo rifiuto di Higuain alle proposte della Roma. L'argentino continua a declinare gli inviti della corte di mister Fonseca, ribadendo ancora una volta la sua volontà di rimanere a Torino. Fedeltà o disprezzo verso i colori giallorossi? Interrogativo che nasce spontaneo, soprattutto dopo che la tua società ti priva del tuo storico numero di maglia, la “9”, per cederla ad un nuovo arrivo, un attaccante che però all'aeroporto Pertini di Torino ancora non è arrivato, e di cui ancora non si ha un identikit preciso.

L'ombra del Colosseo non attira il pipita, che si direbbe disposto a partire solo se non trovasse alcuno spazio nell'attacco comandato da Cristiano Ronaldo, solo con un eventuale arrivo del tanto chiacchierato Lukaku, allora, forse, si potrebbe intavolare una vera e propria trattativa con Petrachi, ma a che pro?
Già, anche perché un arrivo in bianconero dell'attaccante belga dello United, potrebbe sì sbloccare la trattativa riguardante la cessione di Dzeko all'Inter, ma allo stesso tempo la Roma si priverebbe di un attaccante che nelle ultime uscite ha cercato di mettersi quanto più possibile in mostra, ha ritrovato la condizione ed il sorriso. Di certo la volontà del bosniaco è il fattore principale, ma a questo punto non converrebbe puntare ancora una volta su di lui?
Controlli al volo, gol e assist non sono mancati nelle ultime settimane. Nell'amichevole con il Lille di Sabato, ha infatti prima servito Under e poi Cristante per la rete decisiva all'ultimo respiro, regalando il definitivo 3-2 per la formazione capitolina.
Da aggiungere a tutto ciò ci sono anche le parole del padre di Higuain a Radio Continental Ctes, il quale afferma che il figlio potrebbe comodamente chiudere la carriera alla Juventus, parole che dovrebbero far riflettere la dirigenza romanista che dovrebbe puntare in maniera più decisa su un altro giocatore.

Rimane ancora in voga il nome di Mauro Icardi. Criptico il messaggio/tweet di Wanda Nara, suo agente e compagna: “Vamos a enseñarle al mundo lo que es AMOR”.
Letteralmente “Andiamo a insegnare al mondo cos è l'amore” , con la parola “Amor” in risalto e in maiuscolo, in cui molti ci han visto la corrispondenza Amor ↔ Roma.
La trattativa rimane però complicata, lo scambio con Dzeko non si sblocca, si rimane con l'offerta nerazzurra a 15 milioni, ancora lontana dai 20 richiesti, a rendere il tutto ancora più incerto spuntano anche le indiscrezioni di Sky Sport , secondo cui proprio l'argentino avrebbe chiuso le porte alla Roma, rendendo possibile una partenza solo in caso di passaggio in maglia bianconera o azzurra, azzurro Napoli, che potrebbe arrivare ad offrire una cifra molto più vicina ai circa 70 milioni di euro di valutazione fatti dal club neroazzurro.

Diciotto giorni, ma ancora nessuna conferma dunque in fase offensiva, sembrava ancora più vicino Llorente, ma c'è stato un raffreddamento nei rapporti, l'età del giocatore non convince i giallorossi, trentaquattro anni assicurano sì esperienza, ma forse non la forma fisica necessaria, soprattutto per il modo di giocare di Fonseca. Mariano Diaz non si molla, però la dirigenza vorrebbe farlo approdare in prestito a Roma, al fine di valutarlo meglio dopo tredici presenze nella Liga la scorsa stagione, di cui solo tre da titolare.

Altro banco di prova spetta invece all'attaccante ceco Patrik Schick, il giocatore è infatti davanti ad un bivio: convincere definitivamente Fonseca a tenerlo in considerazione nei suoi schemi o partire in prestito, destinazione Dortmund. La volontà dell'attaccante sarebbe quella di rimanere in Italia, ma è anche vero che non disprezzerebbe un'opportunità nel massimo campionato tedesco.

Capitolo difesa che si rinfresca di un sacco di nomi nuovi: Kannemann, Rabello, Maripan, Zappacosta, Nacho. I primi tre rispettivamente del Gremio, Atletico Mineiro e Alaves, sono nomi intriganti, pensieri che stuzzicano l'immaginario di Petrachi, mentre gli ultimi due sono possibilità più sicure sotto il punto di vista dell'esperienza europea e, nel caso dell'esterno italiano del Chelsea, che conoscono già il nostro campionato.
Kannemann, punto fermo della difesa del Gremio, ha tra i punti a favore anche il passaporto italiano, cosa che potrebbe facilitare un accordo per i vantaggi sotto il punto di vista amministrativo.
Zappacosta battaglierebbe però con un altro nome caldo dell'estate: Elseid Hysaj, anche perché il terzino del Napoli avrebbe una valutazione troppo alta, almeno per il momento, circa 25 milioni, mentre il club Londinese potrebbe valutare proposte già intorno ai 15.
Di tempo non ce n'è molto, giovedì chiude il mercato inglese e la Roma deve innanzitutto cercare di chiudere con Alderweireld, nonostante i passi avanti fatti col giocatore, la discussione con il Tottenham rimane comunque in stallo, causa il dislivello tra l'offerta e la richiesta del club, 28 sono quelli richiesti, l'ultima proposta è invece di 20 più bonus.

A mettere fretta ai giallorossi sono però le cessioni, la Roma sotto la gestione dell'ex comandante del mercato Monchi, ha infatti accumulato un buco di circa 62 milioni di euro, causa le prestazioni decisamente sottotono dei “prodigi” dello spagnolo, il quale ha poi ben pensato di abbandonare la nave quando la situazione si è complicata.
Primo su tutti Robin Olsen, negli ultimi giorni c'è stato un incontro tra l'entourage del giocatore e la dirigenza per cercare di trovare una soluzione comune: lui gradirebbe giocare in Premier, ma al momento la destinazione più papabile sembra quella di Montpellier, con il club che vorrebbe però prelevarlo solo in prestito, più difficile un suo ritorno al Copenaghen.
Altro scontento di “lusso” è Nzonzi, il quale si impunta e fa presente come rifiuterà una qualsiasi cessione in prestito. Mariglia, Lille e Lione vorrebbero assicurarsene le prestazioni, ma nessuno dei tre club francesi arriverebbe a spendere una cifra intorno ai 20-25 milioni, richiesta dalla Roma.

In giornata potrebbero poi esserci svolte importanti sia per quanto riguarda Zaniolo, che è atteso per definire il rinnovo con i giallorossi, allontanando le voci di un arrivo in bianconero, seppur destinazione gradita; sia per quel che riguarda Suso, Giampaolo infatti aveva espresso la volontà di tenerlo, ma la dirigenza milanista non sembra essere sulla stessa lunghezza d'onda, sia perchè lo considera troppo costoso, sia perché non convinta a pieno dalle sue prestazioni. Rimane dunque sull'attenti la Roma, che vorrebbe chiudere e assicurare un altro esterno di qualità alla sua rosa.

Altre notizie degne di nota:
– sembra saltata la trattativa con il Cagliari per Defrel, i due club non sono riusciti a trovare un accordo, ma ciò non preoccupa la Roma che ha già avuto altre richieste per l'attaccante, tra cui Fiorentina e Aston Villa;
– la possibilità di sbloccare la questione Dzeko per mezzo dell'inserimento del giovane Vergani, la Roma sta valutando la situazione e risponderà nelle prossime ore;
– la partenza di Celar e D'Urso, classe '99 e '97 diretti verso il Cittadella, il prestito servirà a verificarne le potenzialità dopo alcune ottime stagioni nella primavera giallorossa.


Altre due settimane e mezza per dare una ferma identità alla squadra, obiettivo che Paulo Fonseca sembra riuscire a raggiungere partita dopo partita, farsi trovare pronti per la prima di campionato a Genova contro i rossoblù non sembra impossibile, ma soprattutto dimostrarsi pronti a combattere nel derby alla seconda sembra stuzzicare, più che impensierire il mister.

Fonseca si dice contento dopo le ultime uscite in amichevole dei giallorossi, che si preparano ad affrontare l'Atletico Bilbao e il Real Madrid nel corso di questa settimana, e resta in attesa dei colpi dello stratega Petrachi.


Giovanni Acone




Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata