L'argomento
APPROFONDIMENTI

I dieci precedenti tra Roma e Napoli (con video)

di Emanuele Grilli
Redazione de Il Legionario
inserita 5 mesi fa
898
10:00
1499
ROMA-NAPOLI 3-0: La Roma pre scudettata contro il Napoli pre retrocesso, fin da subito si capisce quale sarà l'entità di questa partita. La Roma va in vantaggio subito con un colpo di testa di Delvecchio, che supera il portiere quasi dalla linea di fondo. Nel primo tempo arriva anche il 2-0 di Francesco Totti, che supera il portiere con un missile dal limite dell'area di rigore. Nel secondo tempo chiude i conti Gabriel Batistuta, che approfitta del secondo assist di Cafu per segnare di testa il gol del definitivo 3-0. Risultato che testimonia la netta supremazia dei padroni di casa.

ROMA-NAPOLI 4-4: Il Napoli torna dopo 6 anni di purgatorio in serie A, e si dimostra fin da subito un avversario veramente ostico. Passano infatti 3 minuti e gli ospiti vanno subito avanti con un missile di Lavezzi, che infila la palla all'incrocio con un destro potente. La Roma però decide di reagire subito e trova l'immediato pareggio con Totti, che segna con freddezza un rigore conquistato da Pizarro. Passano pochi minuti e la Roma ribalta tutto con un gol di rapina di Simone Perrotta, che approfitta di una respinta corta del portiere per insaccare con il destro. Nel secondo tempo il Napoli trova subito il pareggio con Hamsik, che segna con un destro potente e preciso. Capovolgimento di fronte e nuovo vantaggio giallorosso con De Rossi, che colpisce dalla distanza e insacca grazie alla complicità evidente del portiere Iezzo. Sembra tutto finito ma il Napoli ha ancora la forza di rimontare e pareggia nuovamente con Walter Gargano, che dimostra come i tiri da fuori siano la specialità di casa Napoli. Passano pochi minuti e Pizarro trova il terzo vantaggio giallorosso su punizione, grazie anche a una deviazione di Marek Hamsik. Non basta neanche questo gol per far vincere la squadra giallorossa, perchè al 90' ci pensa Zalayeta di testa a segnare il definitivo 4-4 che fa molto più felici i napoletani che i tifosi romanisti.






ROMA-NAPOLI 1-1: Roma Napoli è la prima sfida di campionato e i giallorossi vogliono vincere per dedicare la vittoria al presidente Franco Sensi, deceduto qualche settimana prima. Nel primo tempo segna Alberto Aquilani con un destro sporco ma preciso, nel secondo tempo arriva la risposta degli ospiti con Marek Hamsik, che prima colpisce una traversa di testa e poi insacca a porta vuota con il destro. Un punto che come nell'ultimo precedente non fa contenti i padroni di casa.

ROMA-NAPOLI 2-1: Il Napoli di Donadoni arriva all'Olimpico dopo un disastroso inizio di stagione, ma nonostante ciò il vantaggio arriva proprio per i padroni di casa con Lavezzi, che approfitta di una papera di Lobont per segnare il gol del vantaggio partenopeo. La Roma però non ci sta e reagisce già nel primo tempo con Capitan Totti, che devia in modo fortuito una conclusione rasoterra di Perrotta e regala il pareggio ai padroni di casa. Nel secondo tempo la Roma prova in tutti i modi a trovare il vantaggio e ci riesce ancora con il proprio capitano, che colpisce con un destro potentissimo e infila la palla all'angolino. La conclusione però lo costringe ad uscire per un infortunio che lo terrà fuori per quasi un mese e mezzo.

ROMA-NAPOLI 0-2:
La Roma rispetto all'annata precedente è in netta difficoltà di gioco e di risultati, e questa partita ne è la netta testimonianza. Dopo un primo tempo brutto e povero di emozioni, a parte una doppia espulsione tra Rosi e Lavezzi, i partenopei trovano il vantaggio nella ripresa con Cavani che segna su un rigore molto contestato dai giallorossi. La Roma tenta di reagire ma anziché trovare il gol del pareggio subisce il gol del 2-0 ancora con Cavani, che sfrutta un assist di Cannavaro e segna con abilità il gol che chiude la partita. Sarà solo la prima di 3 sconfitte consecutive che porterà l'allenatore Ranieri a rassegnare le dimissioni.

ROMA-NAPOLI 2-2: La Roma di Luis Enrique sta precipitando sempre di più verso l'ottava posizione di campionato, e contro un Napoli lanciatissimo serve un vero e proprio miracolo per ottenere la vittoria. Il vantaggio giallorosso arriva nel primo tempo con Marquinho, che segna il suo terzo gol in campionato con un sinistro d'esterno potente e precisissimo. Nel secondo tempo però la Roma si spegne e subisce il ritorno della squadra partenopea, che segna subito il pareggio con un missile di sinistro del terzino Zuniga. Verso la mezzora ci pensa Edinson Cavani con un destro a giro a ribaltare la situazione e a far precipitare l'olimpico in una situazione disperata. Nel finale però ci pensa Fabio Simplicio, su assist del neo entrato Tallo, a trovare il definitivo pareggio e a regalare allo stadio intero una delle esultanze più belle ed emozionanti. Il giocatore infatti va direttamente sugli spalti ad abbriacciare la moglie e il figlio, un gesto che verrà emulato da un altro giocatore soltanto qualche anno dopo. E penso che tutti sappiamo di chi stiamo parlando.

ROMA-NAPOLI 2-1: Roma Napoli di questa stagione è probabilmente il precedente più inutile, perchè arriva a stagione finita e senza nessun obiettivo raggiungibile per entrambe. La Roma va in vantaggio nella ripresa con un missile di Marquinho, che segna il suo secondo gol consecutivo in casa contro i partenopei. Passano venti minuti e la Roma trova il raddoppio con Mattia Destro, che colpisce stranamente col sinistro e grazie a una papera di Rosati chiude definitivamente i giochi. Nel finale Cavani trova il gol del 2-1 che però non basta ai partenopei per raggiungere il pareggio. Risultato che in fin dei conti non gli sarebbe servito a niente.

ROMA-NAPOLI 2-0: La Roma è lanciatissima dopo ben 7 vittorie consecutive, ma di fronte stavolta c'è una delle forze più importanti di tutto il campionato. Il Napoli va vicina al gol con Pandev prima e Insigne poi, ma al 45' ci pensa Miralem Pjanic con un missile su punizione a regalare il vantaggio ai padroni di casa. Nel secondo tempo nonostante i contemporanei infortuni di Gervinho e Totti la Roma riesce a trovare il raddoppio ancora con il bosniaco Pjanic, che segna su un rigore conquistato con furbizia da Marco Borriello. 2-0 e ottava vittoria consecutiva in cassaforte.

ROMA-NAPOLI 1-0: Il Napoli per recuperare punti alle prime posizioni, la Roma per rialzarsi dopo un periodo disastroso sotto tutti i punti di vista. Alla fine a spuntarla sono ancora una volta i giallorossi con il gol di uno dei giocatori più criticati del momento, il bosniaco Miralem Pjanic. La sua esultanza è infatti una risposta polemica ai giornalisti e tifosi che fino a quel momento lo avevano criticato a ogni prestazione insufficiente. Questo gol porterà quindi alla vittoria che mancava all'Olimpico da quasi 4 mesi.

ROMA-NAPOLI 1-0:
La Roma deve sperare solo in una vittoria per avvicinarsi a un Napoli sempre più vicino alla seconda posizione in campionato. La vittoria per gli uomini di Spalletti arriva proprio all'ultimo secondo con un missile di Nainggolan, che infila la palla all'angolino e regala alla Roma una vittoria molto bella ma purtroppo inutile. Questo perchè alla fine il Napoli non perderà ulteriori punti e rimarrà saldo fino alla fine al secondo posto in classifica.

Emanuele Grilli


Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata