Analisi tattica dei gol

HJK Helsinki Roma 1-2 - Analisi dei gol

La Roma vince una partita importante in Finlandia e giovedì si giocherà la qualificazione ai sedicesimi di finale di Europa League. Di Matteo Bianchetti
Redazione de Il Legionario
inserita 3 mesi fa
171
3:00
1188
• 0 – 1 gol di Abraham

 


La Roma vince una partita importante in Finlandia e giovedì si giocherà la qualificazione ai sedicesimi di finale di Europa League.
Una Roma che rischia e concede poco su un campo in sintetico e contro una squadra che ha ormai finito il proprio campionato.
A sbloccare il risultato è Abraham con un gran colpo di testa.
È il 40’, Pellegrini batte una punizione dalla trequarti campo con un cross tagliato verso il centro, tutti i saltatori scattano bene sul filo del fuorigioco. Fra le maglie avversarie sbuca Abraham che di testa gira il pallone in porta.
Calci da fermo che sono sempre la specialità dei giallorossi, con Pellegrini dal piede fatato e sempre pericoloso che disegna un cross perfetto per tutte le torri. Bravissimo Abraham a scattare nel momento giusto e colpire in maniera adeguata con la testa.


• 1 – 1 gol di Hetemaj

 
 

Al 52’ la Roma si fa sorprendere da Hetemaj che trova la rete del momentaneo pareggio.
Lingman sulla trequarti ha troppo spazio e riesce a giocare in verticale, mandando in area i compagni. Malik manca l’aggancio, ma è fortunato, alle sue spalle c’è Hetemaj che può controllare e calciare verso la porta difesa da Rui. Il tiro è rasoterra e beffa il portiere giallorosso. 1 a 1.
Male il filtro a centrocampo, con Camara in ritardo sulla chiusura su Lingman. Male anche Smalling e Mancini entrambi troppo schiacciati in area di rigore, lasciano spazio a Malik e Hetemaj. Strano visto il tipo di marcatura che sono abituati a fare i due centrali giallorossi, ovvero sempre attaccati agli avversari, in questo caso, soprattutto Mancini è lontano da Hetemaj, lasciandogli il tempo e lo spazio per il tiro.


• 1 – 2 gol di El Shaarawy

 


La Roma, però, trova la forza di reagire e al 62’ il Faraone segna con un tiro-cross deviato da Hoskonen.
El Shaarawy viene lanciato a sinistra e può andare nell’uno contro uno, suo punto di forza. Infatti con il solito movimento a rientrare sul piede preferito, salta il diretto avversario, entra in area e calcia verso la porta, cercando forse l’inserimento di Abraham. Il tiro-cross viene deviato da Hoskonen, beffando così il suo portiere.
Bravissimo Stephan El Shaarawy a sfruttare le sue caratteristiche e a puntare il difensore avversario (azione che la Roma dovrebbe provare più di frequente). Per il resto un po’ di fortuna, finalmente, non guasta e regala alla Roma e a sé stesso un gol per il suo trentesimo compleanno.


Matteo Bianchetti






Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata