In & Out

Gent Roma 1-1 In & Out

a cura di Giovanni Acone
Redazione de Il Legionario
inserita 5 mesi fa
489
0:00
1066
Ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League, la Roma scende in campo in Belgio andando in all-in: dentro o fuori, ennesima speranza o stagione sotto le aspettative. La squadra arriva da una bella vittoria in casa contro il Lecce, ma non sembra riuscire a replicare la prestazione soffrendo fino all'ultimo minuto le avanzate degli 'indiani in blu'. I padroni di casa spaventano in più occasioni Pau Lopez (aggrappandosi anche ad un dubbio rigore nel finale), ma ancora una volta per loro demeriti il risultato non gli sorride.
Passa la Roma che ora mette nel mirino Monchi e il Siviglia, sfida ardua, ma non impossibile, dove i giallorossi avranno bisogno di una partita di gran lunga migliore rispetto a quelle dei sedicesimi.

IN
Justin Kluivert

Prima della partita su Instagram aveva annunciato  la volontà di uscire vincente dalla Ghelamco Arena, e sebbene qualche minuto prima rubi una possibile palla gol a Dzeko, imbeccato al 29' infila la difesa di casa con una rasoiata su cui Kaminski non arriva. Cerca sempre qualche giocata troppo difficile, ma regala un gol che toglie dalle gambe dei suoi altri 30' di fuoco e soprattutto dalla mente, la paura di vedersi sfuggire il treno Europa.

Henrikh Mkhitaryan
Se la Roma rimane in corsa in Europa League lo si deve in gran parte anche all'Armeno, autore di un'altra buona prestazione, del mezzo assist al pronti-via per Kolarov (fermato solo dal palo) e dell'imbucata fondamentale per il numero 99 olandese che firma il pareggio. Si dimostra un giocatore valido anche alle spalle degli attaccanti in posizione leggermente più arretrata rispetto a loro, nel secondo tempo non riesce a creare come nella prima frazione, ma è probabilmente il migliore in campo. Comprensibile il calo al rientro in campo dopo l'intervallo.

OUT
Gianluca Mancini

Inizio alla “Freddy Krueger” con tanto di incubi e terrore regalati ai suoi compagni della retroguardia, David gli fa girare più volte la testa e proprio alle sue spalle insacca il gol del vantaggio, dopo cinque minuti lo perde di nuovo dai suoi radar, e la freccia canadese rischia di gonfiare ancora la rete.
Sbaglia e non sembra riuscire a correggere le misure, ma fortunatamente riesce a portarsi comunque il pareggio necessario al passaggio del turno in valigia, forse accanto ad un'insufficienza che tanto peserà fino a casa.

Carles Perez
La domanda che mi è sorta spontanea ad un certo punto della partita è stata: “Ma chi è l'undicesimo in campo?”. Sintesi di una partita da uomo-invisibile, Carles non si ripete dopo l'andata e risulta assente ingiustificato.
Un calo quasi inspiegabile vista l'esplosività dell'andata, con la sua fantasia che sembra essersi ingrigita come il cielo sulla città di Gand. Fonseca decide di toglierlo dieci minuti prima della fine per dar spazio a Villar. Se la Roma attacca praticamente solo sul lato sinistro è anche colpa sua.


Giovanni Acone





Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata