Pagelle

CSKA Mosca VS Roma - Le pagelle (con video)

di Emanuele Grilli
Redazione de Il Legionario
inserita 5 giorni fa
139
10:00
311
OLSEN 6: Posso dire finalmente che non ho più paura nel vederlo gestire palla e che lo vedo finalmente sicuro e attento. Sceglie sempre il tempo giusto dell’uscita, comunica di continuo con la squadra e salva in più occasioni la sua porta, salvo capitolare sul tiro imparabile di Sigurdsson.

SANTON 5.5: Nel complesso non gioca una brutta partita, soprattutto nel primo tempo dove riesce a chiudere bene con tante diagonali precise e puntuali. Nella ripresa però va in evidente confusione e sbaglia l’anticipo in occasione del pareggio russo, ma nonostante ciò merita comunque un voto vicino alla sufficienza.

MANOLAS 7: E’ evidente come il greco sia un elemento imprescindibile per tutta la squadra giallorossa, e non solo per la difesa. Stacca bene di testa e sblocca subito il risultato, poi riesce quasi sempre a trovare il tempo giusto dell’anticipo, dialogando con qualità con ogni suo compagno. Grande Leonida.

FAZIO 6: Sicuramente meno qualitativo di Manolas, ma non per questo insufficiente. Contro i piccoli attaccanti russi è una passeggiata trovare il giusto anticipo, ma Fazio ha il merito di non perdere mai la concentrazione e di non rischiare mai una giocata individuale pericolosa, meritando quindi nel complesso la sufficienza piena.

KOLAROV 5: Inizia la partita con tanta spinta sulla fascia e una discreta caparbietà, ma col passare dei minuti comincia a soffrire la freschezza fisica dei suoi avversari, che lo saltano con troppa facilità e si propongono spesso per il cross in mezzo. Non mi è piaciuto.





NZONZI 6.5: Continua ad essere uno dei più criticati dai tifosi quando al contrario è uno dei giocatori più in crescita di tutta la rosa. Dimostra esperienza e maturità anche in situazioni difficili e pericolose, scegliendo quasi sempre il tempo giusto del passaggio e aiutando Cristante a non fare errori pericolosi. Bene così!

CRISTANTE 6: Dopo l’ennesimo forfait di De Rossi e Pastore il mister gli concede una nuova opportunità da titolare e, nonostante alcuni svarioni pericolosi, riesce a giocare una delle migliori partite da quando veste la maglia della Roma. L’impressione è che le qualità tecniche ci siano, ma deve riuscire a togliersi questo blocco psicologico che finora lo sta condizionando. Cosa che tutti speriamo accada il più in fretta possibile. Coraggio Bryan!

FLORENZI 5.5: Non voglio dargli un'insufficienza grave perché riesce comunque a fare un discreto lavoro sia in copertura sia in fase di spinta offensiva. Non posso però accettare una quantità industriale di cross sbagliati e soprattutto un gol divorato a tu per tu con Akinfeev, che avrebbe evitato a tutti i tifosi di soffrire fino agli ultimi minuti.

PELLEGRINI 7: Dopo il derby sembra totalmente un altro giocatore, finalmente ispirato e decisivo per la sua squadra. Fornisce lo splendido cross per il gol di Manolas ed è abile a farsi trovare in area per il raddoppio decisivo. Pastore può tranquillamente attendere, visto che ormai sembra un caso irrecuperabile.

KLUIVERT 7: Se avessero sfruttato almeno uno dei tre assist al bacio che l’olandese ha procurato, gli avrei dato tranquillamente un voto superiore. Salta con una facilità disarmante ogni diretto avversario, procurandosi il rosso di Magnusson e trovando sempre il tempo giusto per la giocata. Grande partita.

DZEKO 5: In conferenza aveva detto che il mister gli rimprovera spesso di perdere troppi minuti per nervosismo e disattenzione, ma a quanto pare non sembra aver imparato la lezione. Se sono positive le numerose sponde per i compagni, non si può dire lo stesso della freddezza sottoporta, con almeno due occasioni nitide sprecate in malo modo. Peccato.


SOSTITUZIONI

C.UNDER 6
: Non crea nulla di particolarmente pericoloso verso la porta di Akinfeev, ma riesce almeno nei primi minuti a ridare brio alla manovra giallorossa, apparsa troppo timorosa nella parte finale della gara.

ZANIOLO 6: Non gli do quel mezzo punto in più che avrebbe meritato per quella punta di egoismo su una splendida azione personale, che dimostra sia l’intraprendenza del giocatore ma anche la troppa voglia di fare da solo. PASSALA!

JESUS sv: Entra negli ultimi minuti e contribuisce a diminuire la sofferenza difensiva della squadra, senza sussulti ma nel complesso è molto meglio così.

DI FRANCESCO 6.5: Dopo la strepitosa cavalcata della scorsa stagione riesce ad ipotecare in poco tempo anche il passaggio agli ottavi di finale, vincendo in un campo difficile dove persino il Real era uscito con le ossa rotte. Considerando gli infortuni e i problemi fisici mette in campo la migliore formazione possibile, dando fiducia a Kluivert in forma strepitosa e coprendosi con intelligenza nei minuti finali di gara, quando ormai capisce che Dzeko non riuscirà a segnare neanche sotto tortura.

VOTO DI SQUADRA 6.5:
Se consideriamo la mole di gioco creata la partita è stata un pieno dominio giallorosso, ma proprio per questo motivo la rabbia di aver chiuso con uno striminzito 1-2 è comunque presente. Non sono il tipo che critica ogni cosa, anzi il risultato viene sempre prima di tutto, ma rischiare fino all’ultimo di pareggiare questa partita è stato davvero esagerato.


Emanuele Grilli


Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata