Pagelle

Crotone Roma 1-3- Le pagelle (con video)

a cura di Emanuele Grilli
Redazione de Il Legionario
inserita 9 mesi fa
243
0:00
273030
PAU LOPEZ 6: Nel primo tempo compie una parata leggermente difettosa sull’unico tiro verso lo specchio dei rossoblù, nella ripresa riesce a dare più sicurezza prendendo però un gol evitabile su disattenzione della difesa. Nel complesso, merita comunque una piena sufficienza.

MANCINI 6: Gioca la solita partita grintosa condita da tanti buoni anticipi e un possesso palla efficace, fatta eccezione per un erroraccio nella ripresa che avrebbe riaperto una partita ormai chiusa da tempo. Per questo non riesco a dargli un voto superiore rispetto alla semplice sufficienza.

SMALLING 6.5: Riesce come sempre a dare quella sicurezza in più che serve per vincere partite come queste, anche se per lunghi tratti non è costretto a nessun intervento particolarmente rischioso. Comunque impedisce al Crotone di tornare in partita, e questo è un vantaggio da non sottovalutare.

IBANEZ 6.5: Gioca complessivamente una partita attenta e sicura, con alcuni interventi importanti e la solita bravura nella gestione palla. L’unico neo che voglio sottolineare però è l’abitudine nel prendere sempre un giallo a partita, che lo ha messo in diffida in vista delle due sfide contro Inter e Lazio. Speriamo bene!

KARSDORP 6.5: Rispetto alle strepitose partite con Cagliari e Torino preferisce limitare un po’ la sua spinta offensiva, riuscendo comunque a trovare numerosi cross e a rischiare la prima gioia personale, nella speranza che sia solo rimandata di qualche giornata. Bene così!

VILLAR 6.5: Il fatto che il 16% dei passaggi di tutta la squadra sia da attribuire a lui fa capire quanto sia importante per l’intera manovra di gioco giallorossa. Che sia da solo o in mezzo a un gruppo di avversari non fa differenza, riesce sempre a fare la scelta giusta con il pallone capendo in anticipo il movimento di avversari e compagni di squadra. Veggente.



CRISTANTE 7: Qualcuno sarà contrariato per questo voto, ma non posso non premiare la sua grande importanza in mezzo al campo, oltre che l’assist per il 2-0 e il lancio strepitoso che porterà poi al rigore del 3-0. Probabilmente continuerà a non piacere a molti, ma mi auguro che venga dato a Cesare quel che è di Cesare. Forza Bryan!!

BRUNO PERES 6.5: La partita complessivamente sarebbe da sufficienza piena e nulla più, ma voglio alzargli il voto di mezzo punto per l’importante salvataggio sul tiro di Simy, che ha impedito al Crotone di riaprire la gara e riaperto ricordi spiacevoli nella testa di mister Fonseca. Citando il buon tattico, un eroe contemporaneo.

MKHITARYAN 7.5: Imprescindibile è il termine che riassume perfettamente l’importanza dell’armeno negli schemi di gioco di mister Fonseca. Solito assist per il gol di Mayoral e rigore segnato con precisione serafica che ha chiuso la partita prima della fine del primo tempo. Se sa segnare anche quelli...

CARLES PEREZ 5.5: È probabilmente l’unico che non mi ha convinto di tutta la squadra, nonostante abbia avuto a disposizione tutta la partita per farsi valere. L’impressione è che mentalmente sia con la testa da un'altra parte, e a questo punto spero in un prestito il prima possibile per vederlo giocare di più e ritrovare la forma di un tempo.

BORJA MAYORAL 8: La giornata del Borjita. In soli 45 minuti si diverte segnando una doppietta magistrale e procurandosi il rigore del definitivo 3-0, mostrando una forza di volontà da grandissimo giocatore. Nella ripresa cala leggermente forte del risultato ormai in cassaforte, meritando comunque la palma di migliore in campo di entrambe le squadre.

PELLEGRINI 6 (Dal 63’ per Mkhitaryan): Entra principalmente per far risparmiare forze all’armeno e al tempo stesso mettere minuti nelle gambe, andando vicino al poker con un tiro potente ben parato dal portiere Cordaz.

KUMBULLA 6 (Dal 64’ per Ibanez): Il fatto che la squadra cominci a soffrire di più dal suo ingresso in poi è puramente casuale, visto che non ricordo da parte sua errori nei passaggi o di posizionamento in mezzo al campo.

VERETOUT sv (Dall’80’ per Cristante): Gioca gli ultimi 10 minuti più recupero per tenere palla e recuperarla nel momento migliore dei padroni di casa. Ci riesce con la solita bravura e intelligenza tattica.

DZEKO sv (Dall’85’ per Mayoral): Anche lui entra nel finale principalmente per tenere alta la squadra e aiutarla non farsi schiacciare, toccando però pochi palloni per poter meritare una qualsivoglia valutazione.

FONSECA 7: Considerati i tanti impegni ravvicinati e le prossime sfide con Inter e Lazio decide di apportare un prevedibile turnover moderato, dando spazio al blocco spagnolo che lo ripaga in quasi tutti i suoi componenti. Nella ripresa decide di inserire alcuni titolari vedendo la voglia del Crotone di farsi sotto, scelta che visto il risultato finale mi sento di condividere ampiamente.

VOTO DI SQUADRA 7: Come accaduto spesso in questa stagione la squadra decide di chiudere la pratica già nei primi 45 minuti, lasciando il secondo tempo agli avversari con il risultato ormai in cassaforte. Nonostante ciò si sono viste numerose azioni offensive anche in condizioni di tranquillità, segno che la squadra è forte e soprattutto matura per evitare rimonte e risultati discutibili. Ora testa a Inter e Lazio, due sfide complicatissime ma da giocare con la massima attenzione possibile.


Emanuele Grilli






Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata