Triplice fischio

Che barba, che noia...

Udinese Roma 1-0
Redazione de Il Legionario
inserita un anno fa
264
5:00
181212
La Roma gioca forse la peggior partita del suo campionato e si perde ancora nella sua identità peggiore. Quella contro l’Udinese è stata una partita veramente noiosa e se Di Francesco afferma che è mancata solo la cattiveria sotto porta, forse vuole solo sperare di tenere a bada un ambiente che potrebbe degenerare.

Le cose non vanno e sono sotto gli occhi di tutti. Non reggono più le scuse degli infortuni, della mancanza di un leader, della testa alla Champions, non possono essere questi i motivi dietro i quali nascondersi per non prendersi le dovute responsabilità. L’Udinese non è più forte della Roma, ma la squadra di Nicola ha battuto nettamente i giallorossi in quanto a voglia e aggressività. Gli uomini di Di Francesco si sono resi pericolosi solo su calci da fermo, non hanno creato gioco e hanno offerto una prestazione a dir poco indecente.
Sul gol di De Paul, Santon e Juan Jesus erano letteralmente addormentati, segno di mancanza di concentrazione e di voglia, di vera fame.

Ennesima giornata storta? Forse, ma l’impressione più netta è che alla Roma non solo manchi una identità, ma che abbia perso chissà dove il cuore che dovrebbe pulsare forte sotto quella maglia storica, solo per rendere onore a questi due maggici colori.

Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata