Calcio e onomanzia

Calcio e Onomanzia: Roma Empoli

Una rubrica di Franco Costantini
Redazione de Il Legionario
inserita 6 mesi fa
1113
10:00
161313
Tu divini, egli divina,
io di vino un bel bicchier
e anagrammi (una dozzina)
uso qui per preveder…



Riprende il campionato, e la Roma affronta l’Empoli.
Prima di tuffarci nei pronostici, però, ecco un paio di considerazioni sul fresco infortunio di De Rossi in Nazionale. Che Daniele potesse vincere in Olanda era onomanticamente prevedibile:
Daniele De Rossi = derise olandesi... = rese di olandesi
Ma il Nostro non poteva prevedere la brutta botta che ha dovuto subire:
Daniele De Rossi = e sa di ledersi? no...

Veniamo a Roma-Empoli. Abbiamo individuato 12 giocatori “onomanticamente caldi” (nel bene o nel male): 8 degli ospiti, 4 dei locali. A questi si aggiungono entrambi gli allenatori, per un totale di 14 potenziali protagonisti.


1. Maccarone, centravanti esperto, è in grado di far male a chiunque; anche ai giallorossi, secondo la seguente onomanzia:
Massimo Maccarone = insomma, “secca” Roma!

2. Pucciarelli potrebbe giocare contro di noi la “partita della vita”; rischiando anche qualcosa, a livello disciplinare, per l’eccessivo ardore agonistico. Due anagrammi lo pronosticano:
Manuel Pucciarelli = Lupi, alacre culmine = Lupi, clima... nucleare!

3. L’argentino Mauri, in prestito dal Milan, sinora ha giocato poco: solo 9 presenze, in questa stagione. Se scendesse in campo, sarebbe un vantaggio onomantico per i giallorossi (la “j” di José sarà qui translitterata in “i”):
Iosé Agustin Mauri = tu insegui; sia Roma!

4. Anche il laterale Dimarco ha giocato poco (8 presenze); ma per onomanzia sarebbe un pericoloso avversario. Abbiamo individuato due anagrammi: il primo lascia intravedere un possibile “colpo di fortuna” (esempio: un cross alla cieca che involontariamente diventa un pallonetto-gol); il secondo testimonia l’idoneità di Dimarco a decifrare il gioco dei giallorossi, e dunque a spezzarne le trame:
Federico Dimarco = cieco, freddi Roma = “decifro Roma”, dice

5. Un altro laterale in prestito dal Leeds, Bellusci (in questa stagione 26 presenze e 1 gol), ha l’onomantica possibilità di approfittare di eventuali ingenuità giallorosse:
Giuseppe Bellusci = se c’è “bug”, speli lupi

6. Occhio a Marilungo, che in passato ha già colpito i capitolini (ricordo quando ci punì giocando con l’Atalanta): la punta è ancora in grado di portare in vantaggio la sua squadra.
Guido Marilungo = Roma giù di un gol

7. El Kaddouri ha anagrammi antitetici: contro la Roma, insomma, è destinato a collezionare sia vittorie sia sconfitte. Ecco i due anagrammi che “confliggono”:
Omar El Kaddouri = da Roma, è il dur KO = lì è Roma? dà dur KO

8. Giacomel è portiere troppo giovane; e non sarà schierato contro la Roma. Peccato, per onomanzia la sua presenza ci avrebbe favorito:
Alessandro Giacomel = l’è Roma!, ed incassa gol…

9. Attenzione all’allenatore dell’Empoli. Contro la Roma, Martusciello è destinato ad essere bravo e fortunato. Ricordate la partita d’andata? Finì 0-0, e l’Empoli mantenne la porta inviolata proprio come suggerisce il seguente responso onomantico:
Giovanni Martusciello = lui ci sventa gol romani…

10. A bilanciare la pericolosità dell’allenatore dell’Empoli, c’è la predisposizione onomantica del nostro Spalletti a ben figurare contro le squadre toscane:
Luciano Spalletti = toscân? palle utili

11-12. Totti e Manolas sono, per onomanzia, adattissimi alla gara in programma. Questi anagrammi sono stati già pubblicati in occasione della partita contro la Fiorentina. Ma valgono per tutte le gare contro squadre toscane… (N.B.: negli anagrammi del greco, la “K” di Kostas è translitterata in “C”).
Francesco Totti = côr toscân: fitte!
Costas Manolas = «Toscano m’assâl?» = «scasso malnato!»


13. Di Bruno Peres propongo un anagramma forzatissimo ma divertente. Qui gli avversari saranno indicati con ardita sineddoche o metonimia (cioè attraverso una “parte” della loro geografia comunale, e precisamente il fiume “Elsa”, che attraversa il territorio empolese):
Bruno da Silva Peres = brinda su pover’Elsa!
Per quanto fondato su anomala ciconlocuzione, l’anagramma sembra promettere bene…

14. Emerson Palmieri potrebbe essere fisicamente travolgente, facendo valere muscoli, corsa… e cattiveria:
Emerson Palmieri dos Santos = smonti ossa, Empoli s’arrende!


Conclusione: in netto svantaggio tecnico, l’Empoli rimonta (almeno parzialmente) grazie un quadro onomantico piuttosto roseo. Ma gli anagrammi favorevoli hanno già inciso nella partita di andata; sul proprio campo, la Roma dovrebbe vincere.

Franco Costantini

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata