Calcio e onomanzia

CALCIO E ONOMANZIA: DZEKO e PALMIERI

Una rubrica di Franco Costantini
Redazione de Il Legionario
inserita un anno fa
1080
7:00
333030

L’anagramma ha “zone oscure”

(onomantiche sentenze),

e talor denuncia pure

i difetti e le carenze…

 

 

DZEKO e PALMIERI

 

1. Dzeko è un giocatore che ancora divide i tifosi. Il suo fisico e il suo curriculum sono eccezionali, ma con la Roma non ha ancora reso al meglio. Gli si rimproverano, soprattutto, i troppi errori nelle conclusioni. In questa stagione è partito meglio: dopo le prime 7 giornate di campionato ha un bottino di 5 gol e vanta il più alto numero di conclusioni a rete di tutti i principali campionati europei…

Ma lo stesso Spalletti lo esorta ad «essere più cattivo»: sotto porta, insomma, soffre ancora di CALI DI CONCENTRAZIONE.

Avevo rinunciato a trovare un anagramma significativo di Edin Dzeko; ma un giorno ho scoperto, per caso, che il termine giapponese ZEN (che deriva dal sanscrito) vuol dire anche “CONCENTRAZIONE”. Ecco dunque che le lettere di Edin Dzeko (trasformato in Edin Dzeco per la regola opzionale della translitterazione) nascondono (e nel contempo svelano) quei CALI DI CONCENTRAZIONE di cui si parlava…

Edin Dzeco = cedo di ZEN!

 

 

2. Palmieri (nome completo: Emerson Palmieri dos Santos) è uno dei giocatori più criticati dai tifosi giallorossi. Lotta, si impegna, ma non sembra un campione “da Roma”. E da qualche tempo Spalletti non lo utilizza più. Del resto, prima di vestire la maglia giallorossa, era riserva nel Palermo che fu retrocesso…

In un suo anagramma si trova traccia proprio di questo passaggio dal Palermo alla Roma. Un passaggio, ahinoi, che non sembra particolarmente felice. Almeno secondo onomanzia…

Emerson Palmieri dos Santos = dissesti Roma, se non Palermo!


Franco Costantini


Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata