Calcio e onomanzia

CALCIO E ONOMANZIA: Alisson e Szczesny

Una rubrica di Franco Costantini
Redazione de Il Legionario
inserita un anno fa
1238
10:00
382626

D’emozioni vasta gamma

dona sempre l’anagramma;

e quand’anche doni poco,

resta sempre un gran bel gioco!

 

Alisson e Szczesny

 

1. Il brasiliano Alisson sembra un portiere più che affidabile, anche se attualmente soffre la concorrenza con Szczesny. Considerando però che il polacco è in prestito dall’Arsenal, Alisson può ben considerarsi il portiere giallorosso del futuro. Secondo il responso onomantico, è in grado di garantire solidità e sicurezza a tutto il reparto arretrato, grazie anche alle sue doti “feline”. L’anagramma seguente si avvale di due “metafore musicali”: il rock rappresenta la “roccia”, simbolo di solidità e sicurezza; il samba rimanda invece alla grazia e all’agilità (oltre che, naturalmente, alla provenienza brasiliana del Nostro).

Alisson Ramses Becker = sì, esser “rock” nel “samba”!

 

Da notare che “rock” può alludere anche agli Usa, dove il rock è nato: cioè alla patria del proprietario della Roma. “Rock” e “samba”, in conclusione, simboleggiano di fatto anche le nozze “Usa-Brasile” (Alisson che dice “sì” a Pallotta).

 

 

2. Szczesny credo sia - oggettivamente - il cognome meno anagrammabile del mondo!

Si può trovare qualcosa di interessante, tuttavia, avvalendosi della regola opzionale della translitterazione, per cui le lettere straniere sono convertibili in quelle corrispondenti del nostro alfabeto.

A tal fine, Wojciech Szczęsny diventerà Voiciech Szczesni.

L’anagramma che vi propongo fa riferimento alle doti principali del nostro portiere: l’agilità e la reattività, che gli consentono di SCHIZZARE da un palo all’altro per fermare o deviare i tiri più insidiosi.

Voiciech Szczesni = c’è “schizzo”? Si vince!


Franco Costantini


Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata