Pre Match
STADIO

Austria Vienna VS Roma - Pre match

Per ripartire subito bisogna vincere una partita divenuta a questo punto molto importante per le sorti del girone, specialmente dopo il pareggio interno dello scorso turno. (di Francesco Giovannetti)
Redazione de Il Legionario
inserita 9 mesi fa
613
9:00
282424

L’inaspettato pareggio di Empoli rischia di avere dei contraccolpi per la Roma che sembrava finalmente lanciata dopo un inizio difficile: nonostante siano da evidenziare le tante parate di Skorupski, è innegabile che la Roma per larghi tratti sia stata assente dal campo, forse convinta di avere vita facile di fronte alla squadra toscana. Per ripartire subito bisogna vincere una partita divenuta a questo punto molto importante per le sorti del girone, specialmente dopo il pareggio interno dello scorso turno.

L’Austria Vienna è una squadra che nel reparto offensivo ha qualcosa da dire, soprattutto con Kayodé che se in giornata può scombinare la non perfetta difesa giallorossa; gli austriaci hanno però mostrato una retroguardia non altrettanto ben attrezzata, subendo nettamente la Roma quando la squadra di Spalletti ha deciso di attaccare.

A difendere i pali bianconeri sarà necessariamente Hadzikic dopo l’infortunio del nazionale Almer nella partita dell’Olimpico: davanti a lui difesa a quattro con Stronati (nazionalità ceca e italiana per lui) e Filipovic a formare la coppia centrale, mentre Larsen e Martschinko saranno i terzini.

A centrocampo Holzhauser sarà il regista (a segno in campionato nella vittoria sulla capolista Sturm Graz) con Serbest ad affiancarlo: davanti a loro Grunwald in posizione centrale di trequartista, con Felipe Pires e Lucas Venuto a giocare esterni.

La punta sarà il nigeriano Kayodé, già citato in apertura, che all’andata si è segnalato per la sua velocità e le sue scorribande offensive che hanno procurato diverse preoccupazione alla difesa romanista, giovedì priva di diversi uomini.

I precedenti

Quello dello scorso 20 ottobre è stato il primo match giocato fra le due compagini e terminato in parità per 3-3: al vantaggio iniziale di Holzhauser avevano risposto El Shaarawy e Florenzi, mentre nel finale Prokop e Kayodé hanno riequilibrato la gara regalando un punto alla formazione bianconera di Vienna garantendo il primato del girone proprio in coabitazione con la Roma. Sarà dunque fondamentale questa partita per decidere le sorti del girone e di chi eventualmente acquisirà un vantaggio per la prima posizione, garantendosi un sorteggio decisamente migliore nei sedicesimi: non incoraggia il fatto che in era americana la Roma abbia vinto solo una gara in trasferta, 2-1 sul campo del Feyenoord.

Col pareggio dell’Olimpico si aggiorna lo score contro le formazioni austriache per la Roma: ora conta 2 vittorie e proprio un pari, con i due successi risalenti alla Coppa UEFA del 1992/1993 ed ottenuti contro il Wacker Innsbruck. L’Austria Vienna ha vinto invece una sola volta contro formazioni italiane in 11 match, negli ottavi del novembre 1983 2-1 contro l’Inter sempre in UEFA.

A dirigere la gara sarà lo spagnolo Javier Estrada, assistito dai connazionali Martinez e Sobrino. È un debutto assoluto per il fischietto catalano nato a Lleida, che oltre a non aver mai diretto nessuna delle due squadre non ha precedenti neanche con team italiani o austriaci.

Francesco Giovannetti

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata