In & Out

Atalanta Roma 4-1 In & Out

a cura di Giovanni Acone
Redazione de Il Legionario
inserita 9 mesi fa
279
0:00
232323
Brutta occasione persa dalla Roma che continua col negativo trend di non vincere negli scontri diretti con le rivali. I giallorossi sembrano partire bene con il gol di Dzeko al terzo minuto ma, come troppo spesso accade, non chiude i conti lasciando la possibilità ai bergamaschi di ribaltare la partita.
Nella ripresa black out dei capitolini e mezz’ora di forza dei padroni di casa che centrano per quattro volte il bersaglio. Inaccettabile ciò che è accaduto, soprattutto se si vuole tornare in Champions League, la Roma ha bisogno di tenere al sicuro e portare a casa i risultati contro le dirette concorrenti.
Mercoledì appuntamento col Cagliari di Di Francesco, per riprendere a correre, ma a mio parere sarà ancora più importante il periodo di pausa natalizia, utile per affrontare al meglio un periodo che, storicamente, ha sempre visto la Roma in difficoltà.


IN

L’asse Spinazzola – Mkhitaryan

La parte sinistra del campo è come sempre la spina dorsale di questa squadra. È dall’armeno che nasce il gol di Dzeko, e da Spinazzola potrebbe arrivare il secondo gol, se non fosse per il palo sinistro che blocca il pallonetto del numero 37. Non è un caso che nel secondo tempo, con l’uscita dal campo del terzino e il calo dell’armeno, la Roma non costruisca praticamente nulla, anzi, si veda scivolare tra le mani tutto il lavoro fatto. Al loro scomparire coincide quello dell’intera squadra.


OUT

Jordan Veretout

Il francese dà qualche segnale positivo nel primo tempo, ma nella ripresa è tra gli assenti ingiustificati, anzi, lancia solo un contropiede che viene colto da Muriel: il colombiano ringrazia, manda al bar Mirante e insacca. Veretout sembra accusare la stanchezza e la serie di partite giocate, Fonseca coi cambi non gli dà una mano, troppo tardi la sostituzione.

Antonio Mirante
Se sul primo gol non gli possiamo dare colpe, su tutti gli altri c’è qualche sbavatura di troppo, evidente nel caso del raddoppio di Gosens. Sulle reti di Muriel e Ilicic rimane incantato dai movimenti avversari, è mancata la solidità difensiva ed in primis proprio il portiere campano.

Atteggiamento nel secondo tempo
Secondo tempo “Scary Movie” per i giallorossi. Le occasioni create si calcolano con il contagocce, se non per il primo squillo di Veretout, la Roma sembra brancolare nel buio della stanchezza e della mancanza di idee. Le ripartenze veloci dell’Atalanta fanno malissimo e anche fisicamente i nostri non reggono, a preoccupare è soprattutto una mancanza totale di gioco. Fonseca sembra anche lui in giornata storta, e ordina dei cambi molto discutibili, soprattutto per le tempistiche. A lui il duro compito di rimettere i suoi in carreggiata, ma soprattutto di ottenere i risultati nelle sfide con Inter e Lazio dei primi giorni di gennaio.


Giovanni Acone





Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

ULTIMI ARTICOLI

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata