L'argomento

5 PORTIERI più forti dal 2000 ad oggi (con video)

Rubrica dedicata ai migliori giocatori che hanno vestito la maglia giallorossa. Si comincia con i portieri. (di Emanuele Grilli)
Redazione de Il Legionario
inserita 11 mesi fa
3600
10:00
322121
1) JULIO SERGIO: Arriva a Roma nel 2007 come terzo portiere, e fino a fine 2009 non vede mai il campo neanche per un minuto. Alla seconda giornata di campionato della stagione 2009/10, Spalletti lo rischia titolare nella difficile partita contro la Juve. La Roma perde 3-1 ma uno dei pochi giocatori a salvarsi fu proprio Julio Sergio, che riuscì con delle ottime parate a evitare un passivo maggiore. Con l'arrivo di Ranieri in panchina Julio Sergio continua a trovare regolarità di partite e di prestazioni, finendo col diventare uno dei migliori portieri di tutta la serie A, inferiore solo al brasiliano Julio Cesar. Di lui si ricordano soprattutto le parate pazzesche nei due derby capitolini, la prima su un tiro ravvicinato di Mauri, la seconda su rigore tirato da Floccari che darà il via a una rimonta incredibile. La stagione dopo non sarà più decisivo come al solito e verrà ceduto in prestito al Lecce, ma rimane tuttora una delle favole più belle della storia giallorossa. Il portiere che da miglior terzo della serie A divenne il muro di una squadra che si giocò lo scudetto fino a 30 minuti dalla fine.





2) DONI: Uno dei portieri più presenti con la maglia della Roma, e allo stesso tempo uno dei più controversi. Capace di parate al limite dell'umano in alcune partite, incapace di fare mezza parata in altre. Nelle sue 6 stagioni con la maglia giallorossa però sono senza dubbio maggiori i ricordi positivi che quelli negativi, anche perchè con lui in porta sono arrivati gli ultimi tre trofei della storia giallorossa. Due coppe italia e una supercoppa, tutte ai danni dell'Inter. E' un titolare fisso fino alla stagione 2009/10, quando anche per colpa di un infortunio perde il posto e non lo ritrova più fino alla cessione in terra inglese al Liverpool.

3) SZCZESNY: Si presenta a Roma nel 2015 come codice fiscale a difesa della porta giallorossa, e subito alla seconda giornata salva la vittoria della Roma ai danni della Juve con una parata pazzesca, ai limiti dell'umano. Per tutta la sua avventura giallorossa, che tuttora sta continuando, dimostra alcuni limiti nelle uscite ma allo stesso tempo dei riflessi pazzeschi tra i pali. A fine stagione tornerà all'Arsenal per giocarsi un posto da titolare con la squadra del cuore, ma si può affermare con certezza che finora sta onorando al massimo la nostra maglia.

4) DE SANCTIS: Arriva nel 2013 nel bel mezzo della rivoluzione giallorossa, avvenuta dopo la sconfitta in finale di Coppa Italia contro la Lazio. E subito viene bollato come portiere vecchio e finito, incapace di difendere la porta giallorossa. Lui si scrolla subito di dosso questa nomea e diventa uno dei protagonisti principali di un annata fantastica sotto tanti punti di vista. L'anno dopo come tutta la squadra cala con le prestazioni ma comunque in alcune circostanze salva i giallorossi con parate importanti e decisive. Dopo un altra annata vissuta in panchina viene ceduto definitivamente al Monaco, portando comunque un bel ricordo di se nei tifosi giallorossi.

5) ANTONIOLI: Lo storico portiere dell'ultimo scudetto giallorosso. In realtà in quell'anno fantastico non spiccò particolarmente, anzi spesso fu autore di alcuni errori complicati, ma nonostante questo la sua avventura a Roma fu nel complesso abbastanza positiva. Dopo un altro anno però venne sostituito dalla giovane promessa Pellizzoli, purtroppo mai mantenuta, e venne ceduto nel 2003 alla Sampdoria.

Emanuele Grilli


Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata