L'argomento
APPROFONDIMENTI

10 curiosità su Sampdoria Roma (con video)

di Emanuele Grilli
Redazione de Il Legionario
inserita 27 giorni fa
136
10:00
844
1. Lo stadio Marassi è da sempre stato molto ostico per i giallorossi, pensate infatti che nelle ultime 8 sfide giocate in questo stadio (contro la Samp) è arrivata solo una vittoria, nella stagione 2013/14. Il resto sono 4 sconfitte e tre pareggi.

2. Nel precedente della stagione 2006/07, vinto per 4-2 dalla Roma, venne segnato da Totti uno dei gol più belli della sua incredibile carriera, un sinistro al volo da posizione angolatissima che fece esultare i tifosi ospiti e applaudire quelli di casa. Un gesto insolito, ma certamente da apprezzare.

3. Sempre rimanendo in tema Francesco Totti, è lui il miglior marcatore di questa sfida con ben 15 gol all'attivo. Un peccato non poterlo schierare in questa difficile sfida.

4. Nell'unica vittoria della Roma a Marassi degli ultimi 8 anni trovò il suo primo gol in maglia giallorossa l'ivoriano Koussi Gervinho, amato dalla tifoseria per il suo stile di gioco veloce e divertente. Anche se a tratti troppo confusionario.





5. I precedenti complessivi in questo stadio sono ben 59 con un bilancio nettamente a favore dei padroni di casa. I blucerchiati infatti hanno vinto per ben 29 volte, con 21 pareggi e solo 9 vittorie della Roma.

6. Con Giampaolo da avversario la Roma non ha mai conosciuto il segno X. Nei 9 precedenti con questo allenatore infatti sono arrivate 6 vittorie e 3 sconfitte, l'ultima proprio nel precedente della scorsa stagione.

7. Il giocatore più pagato nella storia della Roma, e cioè ovviamente Patrik Schick, è stato preso proprio dalla compagine blucerchiata, per una cifra vicino ai 42 milioni di euro. Coincidenza vuole che proprio in questa giornata Schick festeggi il suo 22esimo compleanno, sperando che possa regalarsi da solo un bel gol ai suoi ex compagni. Auguri!

8. Nella stagione 1990/91 Roma e Sampdoria si giocarono la finale di Coppa Italia, quando ancora la sfida si decideva con andata e ritorno. La Roma riuscì a vincere il trofeo superando i blucerchiati in casa per 3-1 e pareggiando al Ferraris 1-1. Questo trofeo si può considerare storico, perchè fu il primo e l'unico conquistato con Flora Viola, o Donna Flora, presidentessa. La donna infatti, vedova dell'amato presidente Dino Viola, fu la prima presidente donna di una squadra di calcio professionistica, e guidò la squadra giallorossa alzando addirittura il trofeo insieme alla squadra.

9. Roma e Sampdoria hanno una statistica europea in comune: entrambe le squadre infatti hanno giocato una finale di Coppa dei Campioni a testa, contro il Liverpool nell'84 e contro il Barcellona nel 92. Purtroppo per loro, in entrambi i casi arrivò una sconfitta di misura.

10. Uno dei giocatori più amati del tifo giallorosso, e cioè il brasiliano Toninho Cerezo, è legato a un episodio particolare che riguarda anche la squadra blucerchiata, oltre ad aver giocato con entrambe le squadre nella sua lunga esperienza italiana. Nel 1986 la Roma dovette giocare la finale di Coppa Italia contro la Samp, e Cerezo come molti altri giocatori era stato convocato dal Brasile per giocare a maggio contro il Messico. Un brutto infortunio però lo costrinse a saltare la partita e a non essere convocato per l'evento, e il brasiliano decise personalmente di rientrare a Roma per recuperare dall'infortunio e giocare la finale programmata per il 14 giugno 86. Il brasiliano non solo recuperò in tempo, ma siglò anche il gol del 2-0 che diede il trofeo in mano ai giallorossi. Un giocatore d'altri tempi.

Emanuele Grilli


Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata