Pagelle

Wolfsberger Roma 1-1 Le pagelle (con video)

a cura di Emanuele Grilli
Redazione de Il Legionario
inserita un mese fa
272
10:00
411
MIRANTE 7: Se dopo un pareggio contro una squadra sconosciuta il migliore in campo è il portiere, sicuramente qualcosa non è andato per il verso giusto. Nel primo tempo compie una parata strepitosa su un tiro deviato da Fazio, per il resto difende ottimamente la sua porta confermandosi a tutti gli effetti come una riserva di lusso.

SANTON 6: Inizia con un erroraccio in disimpegno dopo pochi secondi di gara, ma col passare dei minuti comincia a prendere sempre di più le misure, culminando in un secondo tempo fatto di tante discese pericolose e una ottima copertura difensiva. Facendo quindi la media dei tempi, sufficienza decisamente meritata.

FAZIO 6: Nonostante in molti lo mettano nell’elenco dei giocatori peggiori della partita, a parer mio non ci sono gli estremi per considerarlo tale. Fisicamente riesce sempre a far sentire la sua presenza, perdendo ogni pallone qui e là ma senza mai rischiare più di tanto la giocata. E sulla fascia ha portato più pericoli di Kluivert, il che è un tutto dire.

MANCINI 6: Rispetto alle precedenti partite compie meno falli del solito, occupandosi prevalentemente di gestire palla insieme a Fazio con qualche anticipo ogni tanto in mezzo all’area di rigore. Il miglioramento rispetto alle prime gare c’è indubbiamente, ma ancora deve lavorare tanto per diventare una sicurezza del reparto.

SPINAZZOLA 5.5: Mezzo voto in più per il gol fortunoso che sblocca la gara nel primo tempo, ma per il resto credo sia stato in assoluto il peggiore in campo dei suoi. Ha la colpa di perdere malamente il pallone che porterà al gol dell’1-1 e di non riuscire praticamente mai a fare la giocata che voleva, che sia un semplice passaggio o un dribbling sul proprio avversario. Giornataccia.




CRISTANTE 5: Torna titolare dopo il riposo con il Lecce ma non dimostra la freschezza in più che in realtà dovrebbe avere. Anzi, si rende protagonista di numerosi falli inutili a centrocampo, non dando mai brio alla manovra e dimenticandosi completamente di coprire la difesa quando c’era da arretrare.

DIAWARA 6: Inizia soffrendo particolarmente il pressing asfissiante dei padroni di casa, ma col passare dei minuti cresce notevolmente, recuperando numerosi palloni e facendosi sempre sentire in mezzo al campo. Non parliamo certo di un fenomeno, ma rispetto a Cristante la sua prestazione è stata eccellente.

ZANIOLO 5.5: Tecnicamente è sotto gli occhi di tutti che sia una spanna sopra agli altri, ma deve ancora migliorare molto sulla decisione finale e soprattutto sulla gestione dei nervi. Non è ammissibile che ad ogni partita ci debba essere una sfuriata all’arbitro e un giallo regalato, sono aspetti che un giocatore come lui deve assolutamente migliorare. Per se stesso e per la squadra.

PASTORE 5.5: Non ha fatto una partita particolarmente negativa, visto che soprattutto nel primo tempo in cui è l’unico a provare a dar brio alla manovra con tanti palloni gestiti e passati ai compagni. Nella ripresa però cala vistosamente, perdendo una marea di palloni e venendo giustamente sostituito da Fonseca.

KLUIVERT 5: Fumoso, fumoso e ancora fumoso. Questo è il termine che rappresenta nella maniera migliore la prestazione di Kluivert di ieri sera. Prova a fare di tutto ma non gli riesce praticamente niente, e nel finale spreca minuti preziosi imprecando contro il guardalinee e prendendosi un giallo a dir poco evitabile. Giornata no.

KALINIC 5: A livello di sponde e passaggi gioca una partita al limite del discreto, ma non chiedetegli di creare pericoli davanti, che va subito in difficoltà. Per l’ennesima partita sembra giocare con le pantofole ai piedi, strozzando sempre la conclusione che si tramuta ogni volta in un nulla di fatto.

ANTONUCCI 5 (Dal 77’ per Pastore): Non voglio essere severo con lui, ma credo che difficilmente si sia vista una quantità così elevata di palloni persi in proporzione a quelli toccati. Sostituzione a dir poco inspiegabile.

KOLAROV 6 (Dal 80’ per Spinazzola): Prova nei pochi minuti a disposizione a rendersi pericoloso con qualche discesa in avanti, e con un cross pericoloso in area mette in seria difficoltà il portiere all’ultimo minuto di gioco.

VERETOUT 6 (Dal 82’ per Cristante): Entra per uno stanco Cristante e cerca di farsi notare con qualche lancio positivo per gli attaccanti, purtroppo mai sfruttato a dovere dai compagni.

FONSECA 5: Enorme passo indietro rispetto alle precedenti partite. A livello di formazione titolare compie delle scelte difficili ma obbligate, facendo rifiatare alcuni titolari e rispolverando i vari Santon, Kalinic e Pastore. Nella ripresa però, con il risultato da recuperare, decide di mettere Antonucci invece che Dzeko, scelta rivelatasi ai fini del risultato finale a dir poco deleteria. Speriamo che impari dai propri errori!!

VOTO DI SQUADRA 5: Un voto negativo per una prestazione decisamente poco entusiasmante, contro un avversario che seppur grintoso portava in campo dei limiti tecnici a dir poco evidenti. Attualmente siamo ancora primi a pari punti proprio con gli austriaci, ma una vittoria avrebbe ipotecato la qualificazione già alla seconda giornata del girone. C’è ancora TANTO da lavorare.


Emanuele Grilli







Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata