In & Out

Udinese Roma - In & Out

a cura di Giovanni Acone
Redazione de Il Legionario
inserita un anno fa
333
0:00
192121
All’ennesima espulsione più che dubbia la Roma risponde con maturità, zittendo Tudor e il pubblico friulano con quattro reti che portano la squadra di Fonseca al quarto posto, scavalcando il Napoli e a meno due dall’Atalanta. Prestazione che prova come la squadra sia cresciuta sotto tutti i punti di vista e sia in grado di superare le difficoltà che le si pongono sul cammino.
Zaniolo, Smalling, Kluivert e Kolarov firmano il successo, Pau Lopez mantiene la sua rete inviolata, Mancini convince ancora e dà un grande mano come mediano.


IN

Chris Smalling

Finalmente il primo gol in giallorosso, tanto cercato nelle scorse settimane, arriva in questa importante trasferta prima dello scontro contro il Napoli di Ancelotti. Alla marcatura si accompagna la solita prestazione mostruosa in difesa, che lo designa come uno dei miglior centrali in Europa, con ancora zero dribbling subiti. Chris è un colosso, e da due passi, quando gli si presenta l’occasione non sbaglia. Ora si pensa a farlo rimanere in capitale, priorità assoluta per costruire un progetto con solide fondamenta difensive. Ribadisco che è stato il miglior acquisto estivo.


Javier Pastore
Si prende praticamente il merito di due assist: il primo dopo la splendida ripartenza nata sulla fascia sinistra inventa un passaggio millimetrico per Kluivert, il quale finta e spedisce in rete il pallone del raddoppio.
Cerca poi di nuovo l’olandese con un cross in mezzo che sbatte sulla mano di Becao, Kolarov ringrazia e insacca dal dischetto. Sta crescendo, sta tornando il giocatore con le qualità che avevano tanto spinto Monchi ad assicurarsene le prestazioni la scorsa estate. Ora la prova del 9 all’Olimpico, fondamentale al fine di definire anche il suo posto in rosa.


Nicolò Zaniolo

Ancora critiche per favore, criticatelo ancora che lui non si ferma più, terza marcatura di fila e cruciale al fine di sbloccare l’incontro. Non servono molte parole per descrivere un giocatore che in un mese ha sostituito al numero dei cartellini quello dei gol. La Roma conta su di lui, Fonseca conta su di lui, e Nicolò risponde presente. Avanti così.


Paulo Fonseca

Il mister era arrivato tra lo scetticismo generale, ma ha saputo conquistarsi un’ammirazione e un consenso fuori dalla media. Fondamentali sono state le linee guida che hanno innalzato la squadra ad un livello superiore, raramente espresso nella scorsa stagione. Sarà quella vena di ‘romanità’, sarà il carattere forte, ma Mr Paulo ha cambiato totalmente un ambiente sottotono, dando vita ad una squadra cattiva, con voglia di fare e di dimostrare le proprie potenzialità. Certo è solo l’inizio di stagione, ma fa ben sperare per il seguito. Fonseca non mollerà nulla e neanche i suoi lo faranno.


OUT
In una prestazione così è impossibile trovare un out, ad eccezione del solito orrore arbitrale.


Giovanni Acone






Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata