La Sfera dei Capricci

La sfera dei capricci: Tre palle, tre pali, un pelato…

Una rubrica di Franco Costantini
Redazione de Il Legionario
inserita 2 mesi fa
1134
7:00
91010
O Musa Pedatoria,
o Sfera dei Capricci:
raccontaci una storia,
del grande calcio dicci…



Su Roma-Inter, cinque assiomi in dìstici


Per nera sorte e per fato jellato,
ecco tre palle, tre pali e un pelato.

Se càpita che VAR giammai si guardi…
non è mai troppo tardi per Icardi.

Nel campionato nulla par mutato.
E ’l sospetto sugli arbitri è inVARiato.

Se ben cominci e poi finisci mal,
ti supera in classifica la Spal.

Talor finisce mal chi ben comincia;
e il culo di Spalletti fa provincia…





Ottonario mon amour *
(due quartine, breve tour)

«Lisabeto Patrick Schick»
è un acquisto tra i più lieti:
l’anagramma (molto chic)
è «Ti sblocchi? Spakka-reti!»

Ma se son di umor cattivo
(quando mùgolo ed impreco),
con un ghigno allora scrivo:
«dopo Dzeko un altro ceco?»


*
Col suo ritmo assai giulivo
(pure se ripetitivo),
par retrò ma mai retrivo,
buono ognora e mai cattivo.

Questo metro è un po’ ossessivo,
ma spontaneo ed impulsivo:
più lo leggo (e più lo scrivo)…
l’ottonario è sempre vivo.



Franco Costantini



Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata