L'argomento
NEWS

Tra lacrime e battute: le nuove divise emozionano tutti

Bagno di folla al Roma Store in centro per la presenza di Spalletti, Totti, Strootman, Nainggolan e Juan Jesus (di Massimo Salvo)
Redazione de Il Legionario
inserita 11 mesi fa
1243
7:00
272323
(di Massimo Salvo) - Ieri a Roma erano da poco passate le 18, quando via del Corso ha preso di colpo le sembianze dell’Olimpico: sì, perché ad attendere Totti & Co. c’erano davvero tutti, in un mix di generazioni che si fondevano e confondevano. Così, in prima fila davanti alle transenne c’era un ragazzetto a dirigere i cori, da quelli classici contro Lazio e Juventus a quelli originali come il ritornello su Gyömber. Il primo ad arrivare è Baldissoni, che precede di qualche minuto l’addetto stampa Di Segni e il tecnico Spalletti (quest’ultimo, in realtà, era già entrato da un ingresso posteriore, facendo poi capolino solo per pochi istanti). Alle 18.32, finalmente, arrivano capitan Totti, Kevin Strootman, Radja Nainggolan e il neoacquisto Juan Jesus. Foto di rito e saluti al pubblico in delirio, come nel caso di una ragazzina riccia le cui lacrime scendevano copiose. Oppure come quel giovane che, all’ennesimo grido “Francesco, ‘a Francè”, otteneva finalmente la sua attenzione e la promessa di una foto. «Ma lo conosci?», gli chiede incredulo qualcuno. «Ormai sì – ribatte lui –, sono anni che gli dedico striscioni».


Così la truppa sale al primo piano del nuovo Roma Store (grandissimo, all’incirca 120 mq) e, dopo qualche minuto di attesa, esce a scaglioni sul balcone. «Habemus Papam!», urlano dalle retrovie, strappando sorrisi anche a chi in quel mentre piangeva (di gioia, ma piangeva). Esce prima Juan Jesus, poi Nainggolan e infine Totti, che viene letteralmente spinto dal Ninja e chiuso fuori. La mano del capitano è tutto un programma: «Anvedi questo», sembra dire ai tifosi giù in strada. Strootman invece non esce, ma lo fa insieme a tutti gli altri, che col mister Spalletti mostrano le nuove divise away della stagione 2016/2017. Una stagione che inizierà di fatto oggi, quando alle 19 scopriremo il primo avversario dei giallorossi e il resto a seguire.





Prima di andar via, un ultimo brivido lo regala ancora Nainggolan: il centrocampista belga conferma la sua vena social ed esce cellulare alla mano, poi si volta e scatta l’immancabile selfie con la folla alle sue spalle. «Proveremo a vincere più partite possibili. Sarà difficile visti i rinforzi altrui, ma cercheremo di lavorare al meglio. Le nuove maglie? Sono comode e rispetto agli anni scorsi ora c’è anche la Lupa. Felice di essere rimasto».



Il Roma Store, a evento concluso, chiude i battenti per gli ultimi dettagli: aprirà in via definitiva sabato 30 luglio, ma in quel caso i giocatori non ci saranno perché impegnati nella tournee americana fino al 3 agosto (domani la partenza). Chiudono i battenti anche i numerosi supporter che, abitando di fronte al negozio, godevano di una più ampia visuale e di un maggior comfort. «Ora potrò finalmente dire che Totti mi ha visto in mutande», ironizza uno di loro.


Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata