Pagelle

Torino VS Roma 0-3 - Le pagelle (con video)

a cura di Emanuele Grilli
Redazione de Il Legionario
inserita 8 mesi fa
341
4:00
291919
RUI PATRICIO 6: Mantiene la porta inviolata per la quindicesima volta in stagione senza soffrire praticamente mai le offensive granata, fatta eccezione per un paio di tiri centrali parati senza troppe difficoltà. Portiere di sicuro affidamento, peccato per l’età un po’ avanzata calcisticamente parlando.

MANCINI 6: A parte qualche solito fallo in ritardo gestisce la sua zona di competenza con sicurezza e affidabilità, non perdendo palle pericolose e aiutando i compagni a mantenere alta la concentrazione dal primo all’ultimo minuto. Carisma da vendere.

KUMBULLA 6.5: Si mette al centro della difesa al posto di Smalling e non fa passare praticamente nessuno, andando vicino al gol nel primo tempo con un colpo di testa preciso e potente. Dopo un inizio di stagione altalenante si è confermato con caparbietà la giusta permanenza in maglia giallorossa.

IBANEZ 6.5: Riesce insolitamente a non sbagliare praticamente nulla, grazie a un possesso palla sicuro ed efficace e i soliti strappi in velocità che hanno trasformato spesso l’azione da difensiva a offensiva. Nonostante ciò resta ancora un giocatore indecifrabile, che spero possa riuscire presto a trovare la giusta continuità.

ZALEWSKI 6: Gioca per la prima volta sulla fascia destra per far rifiatare il solito Karsdorp, rendendosi protagonista nel primo tempo di una bellissima giocata in mezzo ai difensori che avrebbe meritato maggiore fortuna. Per il resto si limita al compitino uscendo nella ripresa per preservare le forze in vista della finalissima di Tirana.

SERGIO OLIVEIRA 6: In quest’ultima ora di gioco disputata in campionato ha confermato i suoi limiti in velocità ma anche i suoi pregi nel recupero palla. Nonostante ciò non mi ha ancora pienamente convinto, e considerando vari fattori come età e costo del riscatto ci penserei due volte prima di confermarlo in maglia giallorossa.



VERETOUT 7: Dopo mesi di assenza si è rivisto finalmente il Veretout dei tempi d’oro, bravo sia negli anticipi sia nel gestire palla con velocità e precisione. Peccato che sia tornato solo per l’ultima giornata di campionato, dopo una stagione su bassissimi livelli che ha probabilmente compromesso il suo futuro con la maglia giallorossa. Peccato.

SPINAZZOLA 6: Gioca la sua seconda partita da titolare mostrando qualche spunto interessante ma anche la ruggine comprensibile di un anno di stop forzato. Comunque tecnicamente rimane un giocatore di livello assoluto, e con la giusta preparazione estiva potrà sicuramente tornare quello di un tempo. Forza Spina!

PELLEGRINI 7: Fin dai primi minuti è uno dei giocatori più motivati e volenterosi di tutta la partita, e il recupero di grinta che porterà poi al gol di Abraham ne è una chiara testimonianza. Si ripete nella ripresa con tante belle giocate e il gol del 3-0 che porta di fatto la Roma ai meritati gironi di Europa League. Grande capitano!

SHOMURODOV 6.5: Prova fin dai primi minuti a darsi da fare con tante buone intuizioni rovinate però da un pizzico d’imprecisione nell’ultima scelta. A livello di volontà e impegno è chiaramente da apprezzare, ma continuo ad avere dei dubbi sul fatto che possa essere il centravanti di riserva anche la prossima stagione.

ABRAHAM 7.5: Torna al gol dopo quasi due mesi d’astinenza con una giocata sensazionale in mezzo alla difesa e un gol su rigore che lo portano a 17 marcature stagionali in serie A. Per un giocatore giovane, arrivato in Italia per la prima volta in un contesto di rivoluzione, sono numeri a dir poco straordinari. Forza Tammy!

KARSDORP 6 (Dal 58’ per Zalewski): Entra nella ripresa per mettere minuti nelle gambe in vista della finale di Tirana, provando subito un cross pericoloso a centro area purtroppo anticipato dai difensori granata. Positivo.

CRISTANTE 6 (Dal 58’ per Sergio Oliveira): Entra al posto di uno stanco Oliveira dando ordine al centrocampo giallorosso ma perdendo un pallone sanguinoso quando il risultato ancora era in bilico. Comunque riesce nonostante tutto ad arrivare alla sufficienza.

ZANIOLO 6 (Dal 76’ per Shomurodov): Dopo pochi minuti dal suo ingresso in campo si conquista abilmente il rigore che chiude di fatto la partita, sbagliando però al tempo stesso due facili contropiedi che avrebbero arrotondato ancor di più il risultato. Acerbo.

VINA sv (Dall’82’ per Spinazzola): Entra a risultato ormai acquisito provando soltanto un tiro dal limite spedito alle stelle e nulla più. Meglio di niente.

EL SHAARAWY sv (Dall’83’ per Pellegrini): Gioca solo gli ultimi 10 minuti creandosi nonostante tutto una buona opportunità per trovare la gioia personale. Avrebbe meritato maggiore spazio.

MOURINHO 6.5: Conferma di tenere particolarmente a queste partita mettendo in campo buona parte dei titolari e tenendo fino agli ultimi minuti sia Abraham che Pellegrini. Non è ancora il momento di fare analisi definitive sulla sua prima stagione, comunque è riuscito a migliorare il posizionamento dello scorso anno ed è un aspetto da considerare positivamente.

VOTO DI SQUADRA 7: Nonostante un Torino chiaramente poco motivato era importante scendere in campo con grinta e lucidità, aspettando il momento opportuno per colpire e portarsi a casa il risultato. Arrivare alla finale di Tirana senza l’obbligo di vincere per l’Europa è sicuramente positivo, ma guai ad abbassare la guardia!


Emanuele Grilli





Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata