In & Out

SPAL Roma 1-6 - In & Out

a cura di Giovanni Acone
Redazione de Il Legionario
inserita 16 giorni fa
147
0:00
611
La Roma arriva a Ferrara con la pressione della vittoria del Milan ed il quinto posto da riagganciare, non fallisce l'esame e lo supera brillantemente con un'ottima prestazione che continua a dar ragione al nuovo 3-4-2-1 di Fonseca. Con due esterni autorizzati a salire molto di più rispetto ad un modulo a quattro difensori, l'undici capitolino crea molte più occasioni e alza il ritmo di gioco. Certo, qualche errore difensivo c'è (partita che più volte ci ha lasciato col fiato sospeso per incredibili incomprensioni tra Pau Lopez ed i suoi compagni), ma per fortuna non rovinano un ottimo match.


IN

Bruno Peres

Lo avevo a più riprese elogiato nelle settimane scorse, sottolineando l'importante lavoro che stava svolgendo soprattutto in fase d'attacco. Bruno a sto giro si prende finalmente i riflettori segnando una doppietta che evidenzia quanto il giocatore sia cambiato nel corso dell'ultimo anno. Il primo gol è una fortunata carambola in area che lo libera davanti a Letica, il secondo è invece un bel tiro a giro che si insacca nell'angolo destro della porta. Al 69' rischia di concedere ai padroni di casa il raddoppio, ma ringrazia Smalling per il salvataggio sulla linea.


Nicolò Zaniolo
Passare da non convocato a sfiorare una doppietta non è cosa normale. Nicolò non lo è. Da “infortunato” concede una marcia in più al finale della Roma provandoci prima al 58' con un tiro che per un niente termina alla sinistra del palo, poi spaccando in due la Spal con un contropiede coast to coast che culmina con la rete dell' 1-6. Caso vuole che fosse stato proprio con una ripartenza simile che a gennaio si era dovuto fermare per infortunio, mentre ora, quasi un girone dopo, si riprende la sua Roma.


OUT

Pau Lopez – Aleksandar Kolarov

Il portiere spagnolo e il serbo in fase difensiva fanno più paura del Nicholson di Shining. I due combinano spesso in maniera sbagliata, come sul gol della Spal: un’errata lettura difensiva del terzino, preso in controtempo dallo stacco di Cerri, non viene corretta dal tentativo di respinta dello spagnolo, che si vede così entrare il pallone in rete. Qualche fraintendimento nelle uscite sui palloni diretti nella nostra retrovia, più volte potrebbe concedere ghiotte occasioni ai padroni di casa, che, per nostra fortuna, sprecano malamente.



Giovanni Acone




Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata