Pagelle
APPROFONDIMENTI

Shakhtar VS Roma - Le pagelle (con video)

di Emanuele Grilli
Redazione de Il Legionario
inserita 3 mesi fa
622
10:00
191818
ALISSON 7: Se il passivo non è stato ancora più elevato bisogna ringraziare di nuovo il gigante brasiliano, autore di almeno due parate decisive che ci tengono ancora in vita in vista del ritorno. La testimonianza vivente che un portiere forte può davvero fare la differenza.

FLORENZI 4: Forse sarà colpa del freddo glaciale di Kiev, fatto sta che la prestazione di Sandrino è stata semplicemente agghiacciante. Sbaglia tutto quello che un terzino può sbagliare, sia cross che semplici passaggi, ed è il colpevole principale del gol del pareggio, che deprime in un sol colpo tutta la squadra. Non provasse a chiedere aumenti adesso.

MANOLAS 5.5: Nel primo tempo è un autentico muro, capace di giganteggiare con sicurezza sia sul centravanti che sugli esterni padroni di casa. Nella ripresa però, complice il calo generale della squadra, soffre di più l'offensiva ucraina, sbagliando anche lui sul gol dell'1-1 facendosi passare la palla sotto le gambe.





FAZIO 6: Tranquillo, attento e sicuro, fin dai primi minuti anticipa con facilità tutti gli avversari capitati di fronte, ed infatti lo Shaktar non ha quasi mai attaccato dalle sue parti. Peccato che non sia riuscito a portare a casa la vittoria.

KOLAROV 5.5: Torna in campo dopo la pausa con l'Udinese ma dimostra ancora di avere un po' di ruggine nelle gambe. A livello di spinta offensiva si fa vedere molto con tanti cross e dribbling efficaci, ma nella ripresa comincia a calare sempre di più permettendo agli esterni di casa di fare quello che volevano.

DE ROSSI 6: Se la Roma nel primo tempo non ha subito quasi nessun tiro in porta il merito è stato anche del nostro Capitano, che insieme alla difesa ha formato una grande muraglia e non ha permesso ai padroni di casa di costruire gioco. Nella ripresa cala leggermente, ma la sufficienza se la porta ampiamente a casa.

STROOTMAN 5.5: La prestazione nel complesso si può considerare sufficiente, visto che non perde quasi nessun pallone e per un ora abbondante gestisce bene palla insieme a De Rossi. Mezzo voto in meno però per il fallo stupido in occasione del 2-1, un ingenuità colossale soprattutto perchè l'attaccante stava tornando indietro, invece di entrare in area di rigore.

C.UNDER 7: E' in uno stato di forma semplicemente fantastico, trova il suo primo gol in Champions League e il quinto consecutivo in 4 partite, che tiene ancora vivo il discorso qualificazione. Fisicamente deve ancora migliorare molto, ma rispetto ai suoi compagni è stato sicuramente il più pericoloso.

NAINGGOLAN 5.5: Nel primo tempo non ha problemi a contenere i propri avversari e a fornire ottimi palloni ai compagni, ma nella ripresa però complice il calo della squadra non riesce più a dare il contributo che ci aspettava. Ci prova con un tiro da fuori e un colpo di testa, entrambi facilmente parati da Pyatov.

PEROTTI 6: Nel primo tempo insieme a Under è senza dubbio tra i più pericolosi, e il suo spirito di sacrifico gli ha permesso anche di dare una mano in fase difensiva, quando lo Shaktar attaccava maggiormente. Nella ripresa però cala alla distanza, e negli ultimi 40 minuti non si nota neanche la sua presenza in campo. Peccato.

DZEKO 6: Dare un voto alle sue ultime prestazioni è sempre molto difficile, e per dargli questo 6 ho valutato diversi fattori. Nel primo tempo sbaglia una facile occasione ma allo stesso tempo fornisce un assist perfetto per il gol di Under. Nella ripresa non gli arriva più nessun pallone giocabile e non riesce quindi a risultare determinante. Nel complesso, vista l'importanza di quel gol, ho deciso di dargli la sufficienza.


B.PERES 6: Entra in campo per un disastroso Florenzi e fino al 93' riesce quasi nell'impresa di peggiorare la situazione sulla fascia. Ha però il grande merito di salvare un gol già fatto con un intervento prodigioso, e chissà che quel salvataggio non possa risultare determinante ai fini della qualificazione.

GERSON 6: Entra con lo scopo principale di tenere palla e far passare i minuti, lui oltre a questo decide anche di provare più volte il tiro da fuori, purtroppo senza mai usare la precisione adeguata.

DEFREL sv: Entra negli ultimissimi minuti e non ha il giusto tempo per dare una mano alla squadra.


DI FRANCESCO 6: A inizio gara mette in campo la formazione migliore che potesse fare, mentre nella ripresa decide di togliere un disastroso Florenzi e uno stanco Under per Bruno Peres e Gerson, riequilibrando la fascia destra con un terzino offensivo e un ala difensiva. Se i giocatori si mettono a fare i tacchi volanti e i falli dal limite la colpa non può essere certo sua, ma dovrà lavorare nei prossimi giorni sull'aspetto mentale della squadra, ancora troppo limitato per puntare a obiettivi importanti.


VOTO DI SQUADRA 5: Nonostante il risultato sia ancora ribaltabile sono rimasto molto deluso dalla prestazione della squadra, per un semplice motivo. E' bastato un errore di un singolo dopo 50 minuti su alti livelli per sfaldare completamente un intera squadra, che in 40 minuti ha rischiato almeno 4 volte di subire gol. Una cosa francamente inammissibile, sia per il livello degli avversari e sia per l'importanza della competizione. Ora ci aspetta un trittico terribile con Milan, Napoli e la partita di ritorno, e servirà la massima concentrazione per chiudere il discorso terzo posto e provare ad andare ai quarti di Champions League. Forza ragazzi, nulla è perduto!!


Emanuele Grilli


LE ULTIME NEWS

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata