In & Out

Sassuolo Roma 1-1 - In & Out

Il tradimento di uno, l’insuccesso di tutti. Punti persi anche al Mapei che pesano come un macigno e parlano molto di come la Roma sia in una situazione davvero scomoda. Di Giovanni Acone
Redazione de Il Legionario
inserita 2 mesi fa
241
3:00
151212
I giallorossi scendono in campo con Shomurodov, voluto da Mou per dare un segnale anche ad Abraham, ma la situazione in attacco non sembra cambiare. Una partita caratterizzata da un paio di occasioni per parte e che si sblocca sul finale: prima Abraham incorna il vantaggio romanista, poi una dormita difensiva porta al quarto gol in carriera di Pinamonti contro di noi. Il gioco sembra essere ancora poco produttivo e troppo sterile, la squadra spesso torna dietro e prova lanci lunghi e tante giocate individuali che nella maggior parte dei casi si perdono sul fondo. Ennesimo risultato che pesa su una classifica che in una settimana ci ha visto passare da un possibile terzo posto a un settimo che brucia tanto, soprattutto visto che Juventus e Inter sembrano essersi risvegliate. Nell’ultimo match prima della sosta pare che tornerà Dybala, forse allora si ricomincerà a vedere una maggior pericolosità in attacco e un gioco migliore in questa squadra che sembra in letargo.


IN

Rui Patricio

La sua buona prestazione è tra le poche note positive della partita col Sassuolo. Sullo 0-0 nega un paio di occasioni ai neroverdi e soprattutto interviene in maniera decisiva sul tiro da fuori di Frattesi al 17’. Nel secondo tempo la situazione sembra essere più tranquilla, poi l’involata di Laurienté e la zampata di Pinamonti lo lasciano senza possibilità di intervenire. Un piccolo bagliore.

Tammy Abraham
Gli concedono 20 minuti nei quali lui colpisce e torna finalmente tra i marcatori. Peccato che non porti ai tre punti. L’impressione è che le strigliate di Mourinho abbiano prodotto una minima svolta che gli ha fatto tornare la fame.


OUT

Rick Karsdorp

Contro la Lazio era uscito direttamente dal campo alla sostituzione, oggi il mister gli preferisce Celik e al momento in decide di far entrare l’olandese, Rick entra camminando, senza voglia e senza testa. Sbaglia il possibile e diventa irritante nel momento in cui Laurienté lo brucia in velocità, lui non prova nemmeno a recuperare e arriva il gol per i padroni di casa. Accusato di tradimento e avvisato di trovarsi già un’altra squadra sembra aver toccato il fondo della sua carriera in giallorosso. Un comportamento inaccettabile per un giocatore che lo scorso anno, senza riserve, mostrava di accusare molto il mancato riposo e oggi, con Celik, accusa la concorrenza e perde in professionalità.

Eldor Shomurodov
L’uzbeko torna nei radar e ha la grande occasione di provare a rilanciare le proprie quotazioni, ma non riesce nell’intento. Si trova di fronte a Consigli e tra un tiro in porta o un passaggio facile facile per Zaniolo, decide di sparare addosso al portiere. Poi si incaponisce per arrivare alla rete e sbaglia l’ultimo controllo in area regalando il pallone ai neroverdi. La crisi degli attaccanti continua ed Eldor non sembra avere la soluzione. Inconcludente.

Giovanni Acone






Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata