Pagelle
APPROFONDIMENTI

Sampdoria Roma 0-1 - Le pagelle (con video)

di Emanuele Grilli
Redazione de Il Legionario
inserita 3 mesi fa
188
10:00
844
MIRANTE 6.5: Si rende fin da subito protagonista di alcune parate veramente importanti, trovando sempre il tempo giusto dell'uscita e trasmettendo un'insolita sicurezza a tutta la retroguardia giallorossa. Nel finale rischia moltissimo con un rinvio al limite dell'illegale, per fortuna non sfruttato dai padroni di casa blucerchiati.

​KARSDORP 6.5: Riesce a spingere con la solita grinta e caparbietà non dimenticandosi però di chiudere spesso in difesa, con alcune diagonali difensive veramente importanti. Nella ripresa esce per l'ennesimo infortunio muscolare, che visto il suo stato di forma e l'assenza di riserve disponibili non ci voleva.

MANOLAS 7: Se alla fine dei conti è arrivata la sesta partita stagionale senza subire gol, il merito è senza dubbio della prestazione granitica dei centrali di difesa, tra tutti dell'ormai consolidato Leonida giallorosso. Anticipi puliti e costanti, grinta e sacrificio per intercettare ogni minima conclusione avversaria. Per raggiungere il quarto posto, bisognerà fare almeno altre 7 prestazioni così.

FAZIO 6.5: Forse per la prima volta in stagione si è visto il Fazio ammirato nei primi due anni in giallorosso, e non il fantasma di questa stagione altalenante. Tanti anticipi in mezzo al campo, sicurezza e caparbietà a servizio della squadra, dal primo all'ultimo minuto. Cosa gli può essere mai successo in quel di Genova?

KOLAROV 6: A livello difensivo non si notano errori particolari, mentre a livello offensivo nonostante tanti cross in area di rigore non riesce ad essere preciso a sufficienza, meritando comunque il 6 per l'impegno ma nulla di più. Questa volta la sfida tra i terzini K è stata vinta dall'olandese.






DE ROSSI 7.5: Semplicemente l'anima di questa squadra, il giocatore capace di dare tranquillità e sicurezza non solo al suo reparto ma ad ogni suo compagno. Tanti passaggi precisi, tanti interventi in scivolata puntuali e un gol da rapinatore d'area d'importanza vitale per il proseguio della stagione giallorossa. Grande Danielino!!!

CRISTANTE 6: Rispetto alla pessima prova con la Fiorentina dimostra dei piccoli segnali di miglioramento, con una precisione in più nei passaggi ed alcune conclusioni verso la porta decisamente interessanti. Forse questa partita ha confermato che per farlo rendere al meglio è necessaria più la presenza di De Rossi che quella di Nzonzi, anche se è meglio aspettare una conferma nelle prossime partite.

PELLEGRINI 6: Probabilmente sarò uno dei pochi a dargli la sufficienza, visto che si vede veramente poco in campo se non per qualche intervento recupera palloni e poco altro. Ho deciso di dargli il 6 però perchè nonostante tutto è riuscito a dare il giusto equilibrio al centrocampo, apparso forse per la prima volta veramente attento e sicuro.

ZANIOLO 6.5: Fin dai primi minuti sembra il giocatore più ispirato di tutta la squadra, con il solito pressing costante e tanti duetti interessanti con i compagni di squadra. Nella ripresa cala leggermente, contribuendo però nel tenere palla nei momenti più complicati della partita. Bene così.

SCHICK 6: E' veramente difficile dare un voto alla sua prestazione, visto che per gran parte della partita si limita a girovagare nei pressi dell'area di rigore senza la possibilità concreta di ricevere palloni giocabili. Nella ripresa però ha il grande merito di trovare il colpo di testa che porterà poi al gol di Daniele De Rossi, importantissimo ai fini della partita e della classifica.

KLUIVERT 5.5: Prestazione poco entusiasmante per l'esterno olandese, che nonostante un impegno costante per tutta la partita non riesce a risultare mai veramente pericoloso, se non con qualche debole conclusione ben parata dal portiere Audero. Ancora c'è tanto da lavorare, ma per lo meno l'impegno si è visto.

JESUS 6: Entra a bruciapelo in un ruolo provato una sola volta in carriera, ma nonostante un inizio per forza di cose complicato riesce presto a prendere le misure e a sbrogliare sempre ogni azione pericolosa.

DZEKO 6.5: Nonostante una stagione complicata riesce in pochi minuti a dare linfa vitale a tutto il reparto offensivo, con una difesa palla eccellente e tanti passaggi precisi ai compagni di squadra. Se questo deve essere il suo ultimo anno, la speranza è che concluda in grande stile.

EL SHAARAWY 6.5: Gioca relativamente poco per meritare un voto così, ma il salvataggio nel finale da difensore aggiunto vale praticamente un gol fatto. Il simbolo di una partita di grande sacrificio di tutta la squadra.

RANIERI 7: Mette in campo la migliore formazione possibile e la squadra risponde subito con un equilibrio insolito se paragonato alle scorse prestazioni stagionali. Nella ripresa dopo il cambio obbligato in difesa, riporta la giusta esperienza con gli ingressi di Dzeko ed El Shaarawy, che risulteranno determinanti ai fini del risultato finale.

VOTO DI SQUADRA 7: Voto senza dubbio positivo per una prestazione di sacrificio contro un avversario molto complicato, che da ben 5 anni ci faceva uscire dal suo terreno con le ossa rotte. La squadra ha risposto alla crisi con tanto impegno e sacrificio, confermato nei tanti interventi in mezzo al campo e in difesa, a proteggere una porta rimasta inviolata per troppe poche volte. Ora bisogna dare continuità di rendimento e di punti, per sperare in una qualificazione Champions ancora aperta ad ogni risultato.


Emanuele Grilli





Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata