Triplice fischio
STADIO

Roma VS Viktoria Plzen 4-1: l'amore è Dzeko!

Il bosniaco smonta le polemiche social a suon di goal: qualificazione archiviata anche grazie a Perotti (di Massimo Salvo)
Redazione de Il Legionario
inserita 7 mesi fa
696
7:00
271313
A sfogliare le bacheche di Facebook qualche mese fa e nel confrontarle con oggi, rischieremmo la labirintite: "Dzeko è scarso", "Dzeko cieco", "Dzeko pippa". Da ieri sera, magicamente, tutti quelli che scrivevano cose del genere hanno iniziato a condividere frasi di elogio nei suoi riguardi, tanto da iniziare a pensare che anche Roma, in barba alla sua mole, sia in realtà un po' provinciale.

I giallorossi calano il poker grazie al bosniaco, dunque, che in una sera di fine novembre spazza con una tripletta dubbi e scetticismi sul suo conto. Prima all'11', con una finta a rientrare sul sinistro e una conclusione lampo sul palo più lontano, imprendibile anche per Spiderman. Poi al 61', sfruttando di testa un preciso cross di Rudiger dalla destra. Nel mezzo, il momentaneo pareggio di Zeman, uno che con una simil capigliatura fa fatica a essere inserito nel tabellino. Il terzo ed ultimo goal di Dzeko arriva sei minuti dopo la magia di Diego Perotti, la cui rabona basterebbe a farlo campare di rendita per le prossime 10-15 prestazioni negative di fila. Tuttavia l'argentino è uomo sincero e, a fine partita, tiene a precisare che con quella rabona voleva soltanto crossare. Cross che di fatto arriva all'88', quando offre a Dzeko la più facile delle tripletta.

La Roma vola ai sedicesimi e si piazza al primo posto con un turno d'anticipo: la sua stagione regala più soddisfazioni in Europa League che in campionato, ma questa è un'altra storia.

Massimo Salvo


Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata