In & Out

Roma VS Napoli - In & Out

La Roma accoglie in casa il Napoli dell’ex Spalletti, non riuscendo però a compiere l’impresa di strappare punti ai partenopei. Di Giovanni Acone
Redazione de Il Legionario
inserita 3 mesi fa
196
2:00
111111
I giallorossi chiamati a fronteggiare uno degli attacchi migliori in Europa, riescono fino all’80° a tenere a secco gli attaccanti azzurri: è solo l’unico errore di Smalling a consentire ad Osimhen di timbrare il cartellino. Delude ancora l’attacco che chiude i 90’ senza nemmeno un tiro in porta. Magra consolazione sono un’altra convincente prestazione di Camara e il ritorno di Karsdorp, l’olandese che pare riuscire a battagliare con Kvaratskhelia e costretto sul finale ad uscire per un affaticamento.
Si perde terreno rispetto alle prime, un’occasione mancata di agganciare il terzo posto visto anche il passo falso di Atalanta e Udinese, ma che comunque ci lascia a meno due dalla zona Champions. Lunedì si va a Verona per una trasferta quantomai scontata.


IN

Mady Camara

Corre e fa a botte con il centrocampo azzurro, arrivando anche a mettere in difficoltà Zielinski e Ndombele. Un netto miglioramento rispetto al duo Matic - Cristante che pur portando più fisicità cede molto in fatto di velocità e anticipi. Mady recupera palloni e prova a giocare negli spazi, sbagliando veramente poco e regalandosi forse qualche minuto da titolare in più.

Nicolò Zaniolo

In fase di attacco lo “0” alla voce tiri in porta pesa sicuramente, ma Nicolò ha lottato tanto e fino all’ultimo pallone. In zona avanzata sembra l’unico a provare un’offensiva dietro le linee cercando intesa con Karsdorp e gli altri compagni, con lampi sulla zona esterna. Quando c’è da subire lui torna e combatte provando il più possibile di annullare le avanzate partenopee. Un buon apporto nonostante il risultato.


OUT

Tammy Abraham

Così non ci siamo. Se fino ad ora ho voluto concedergli del tempo, ora i minuti iniziano a stringere, anche perché dietro di lui c’è un Belotti che sembra provarci di più. Manda sul fondo una ghiotta occasione, quando avrebbe potuto scegliere di attaccare, ma che conclude con un incomprensibile tocco verso un compagno, a ridosso dell’area piccola. La Roma in attacco sta soffrendo e sente mancare quello che era il trascinatore della scorsa. Buio pesto.

Leonardo Spinazzola

Arriva allo stadio sapendo che non avrà un ricambio di ruolo: Zalewski è stato fermato nella notte da un’indisposizione. Invece di mettere il turbo però sceglie la via del basso consumo e va con il freno tirato. Lozano gioca sul suo lato incitando anche Di Lorenzo a fare lo stesso. Spento e sbiadito viene sostituito prima della fine.


Giovanni Acone





Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata