Pagelle
APPROFONDIMENTI

Roma VS Lione - Le pagelle (con video)

Purtroppo queste imprese saranno sempre destinate a rimanere a metà, con tanti complimenti superati di gran lunga dai tanti rimpianti.
Redazione de Il Legionario
inserita 3 mesi fa
855
10:00
1266
ALISSON 7: Prende 5 gol tra andata e ritorno ma incredibilmente in entrambe le partite risulta essere uno dei migliori in campo. Salva in diverse occasioni con interventi prodigiosi ed efficaci, dimostrando una buona elevazione e soprattutto un ottimo coraggio nell'uscire sull'attaccante avversario.

MANOLAS 6: Nel primo tempo è attento e sicuro, e riesce a sventare con sicurezza le sortite offensive degli ospiti. Nella ripresa è costretto a fare gli straordinari vista la contemporanea uscita di entrambi i terzini difensivi, sbagliando qualche pallone di troppo in fase di impostazione.





FAZIO 5.5: La sua partita nel complesso è ampiamente sufficiente, ma bisogna considerare nel suo voto la macchia sul gol dell'1-0, un errore che ai fini della qualificazione è stato pesante come un macigno. Un vero peccato.

RUDIGER 6: Come i compagni di reparto gioca nel complesso una partita buona e concentrata, anche se rispetto a Manolas compie molti più falli inutili che hanno spezzettato più volte il ritmo della partita.

B. PERES 5: Dimostra ulteriormente in questa partita i suoi pregi ma anche i suoi enormi difetti. La corsa non gli manca praticamente mai, cosi come la grinta e lo spirito di sacrificio, quello che gli serve però è la capacità di cross e un intelligenza tattica che finora ha lasciato riposta nel cassetto.

DE ROSSI 6.5: Non si risparmia neanche un minuto in difesa della causa giallorossa, correndo come un forsennato per tutto il tempo nonostante la condizione fisica non proprio eccellente. Un vero gladiatore in campo.

STROOTMAN 7: Segna con un po' di fortuna il gol dell'1-1 e ruggisce su qualsiasi avversario provasse a metterlo in difficoltà. Inoltre prova tanti lanci per i compagni ed è l'autentico dominatore del centrocampo di entrambe le squadre.

MARIO RUI 6: Dimostra partita dopo partita di migliorare sempre di più, anche se ancora siamo ben lontani da considerarlo un titolarissimo della squadra giallorossa. E' però molto grintoso e determinato, e da un suo cross importante dalla sinistra scaturisce l'occasione d'oro fallita da Nainggolan.

NAINGGOLAN 6.5: E' praticamente l'unico giocatore a giocare sempre ogni partita, e si è visto anche ieri che ha un bisogno nettissimo di riprendere le energie. Ciononostante va vicino al gol più volte con colpi di testa e tiri ravvicinati, dimostrando che con la forza di volontà si può fare comunque una buona prestazione.

SALAH 5.5: Come livello di abnegazione e impegno per la squadra la sufficienza sarebbe nel complesso meritata, ma da un giocatore con le sue doti tecniche ci si aspetta sicuramente qualcosa di più. Al contrario i difensori avversari gli prendono presto le misure e lui non riesce più a trovare lo spiraglio giusto per la giocata decisiva.

DZEKO 4.5:
Un vero e proprio fantasma in campo, anticipato costantemente da tutti i difensori del Lione, persino da Yanga Mbiwa. Purtroppo con lui non esistono vie di mezzo, nel 90% dei casi o segna e gioca benissimo o non segna e gioca male, purtroppo per noi.

SOSTITUZIONI:

EL SHAARAWY 6.5:
Entra e dopo soli due minuti fornisce l'assist per l'autogol del 2-1, divorandosi qualche minuto dopo un occasione colossale per il terzo gol giallorosso. Nel complesso è da premiare il suo ingresso grintoso e determinante, cosa che nelle ultime prestazioni non si era praticamente mai vista.

PEROTTI sv:
Entra per rinforzare l'attacco con la sua velocità ma si vede ben poco.

TOTTI sv: Entra per fornire qualche palla interessante ma nessuna di esse viene sfruttata.

SPALLETTI 6.5: Prepara molto bene la partita con il giusto atteggiamento e i giusti giocatori, anche se il gol preso dopo 5 minuti ha complicato terribilmente i piani. Nel secondo tempo una volta rimontato il risultato mette praticamente tutto l'attacco giallorosso, una tattica giustissima ma che purtroppo non ha portato ai risultati sperati.

VOTO DI SQUADRA 6.5: E' un voto che da una parte premia l'ottima prestazione e la forza di volontà della squadra, ma che dall'altra non è positivissimo perchè nonostante ciò non siamo riusciti ad ottenere una qualificazione che sarebbe stata d'importanza vitale per la stagione e per il morale giallorosso. Purtroppo queste imprese saranno sempre destinate a rimanere a metà, con tanti complimenti superati di gran lunga dai tanti rimpianti. Questa è la storia di essere romanisti, una storia triste e povera di trofei ma che non mi pento assolutamente di seguire fin da quando sono nato.

Emanuele Grilli


Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata