Pagelle

Roma Udinese 3-0 - Le pagelle (con video)

a cura di Emanuele Grilli
Redazione de Il Legionario
inserita 8 mesi fa
385
10:00
183333
PAU LOPEZ 7: L’Udinese si fa vedere poco all’interno dell’area di rigore, ma lui ha il merito di tenere sempre alta la concentrazione, gestendo palla con precisione e salvando abilmente sull’erroraccio in fase di possesso di Cristante. Un vero e proprio miracolo che ha galvanizzato la squadra e soprattutto evitato guai peggiori. Bravo Pau!

MANCINI 7: In assoluto il giocatore più in forma di tutto il reparto difensivo, capace di fare sempre la scelta giusta sia negli anticipi che nel semplice possesso palla. Ha il merito inoltre di trovare subito il cross preciso per il primo gol di Veretout, oltre a non prendere il solito giallo da sempre suo tallone d’Achille.

CRISTANTE 6.5: L’errore che propizia la parata di Pau Lopez è a dir poco grossolano, ma non rovina una prestazione diligente e sicura dal primo all’ultimo minuto. Con un reparto difensivo in difficoltà numerica come oggi si è sistemato al centro senza dire una parola, e già solo per questo merita tutti i migliori applausi.

IBANEZ 6.5: Dopo le pesanti critiche per lo sfortunato autogol con la Juve il brasiliano si riscatta con una prestazione attenta e tranquilla, condita da due occasioni importanti purtroppo stoppate sul più bello dal reparto difensivo bianconero. Ricordiamoci che non ha neanche 23 anni...

KARSDORP 6.5: Nonostante non si segnalino cross pericolosi o giocate d’alta classe riesce sempre a dare sicurezza al suo reparto, mantenendo un buon posizionamento e aiutando la squadra sia in fase offensiva che difensiva. Se prima era molto più irruento e impreciso, adesso è indubbiamente più intelligente.



VILLAR 7: Ha l’incredibile capacità di farmi sentire sempre tranquillo, ogni volta che il pallone passa dai suoi piedi. Oltre al solito lavoro di gestione si occupa anche di limitare la tecnica di De Paul, che riuscirà a rendersi pericoloso solamente con un tiro fuori su calcio di punizione. Insostituibile.

VERETOUT 7.5: Nel primo tempo è l’autentico mattatore della partita, con un gol da centravanti vero dopo 4 minuti e il solito rigore infallibile per il raddoppio. Nella ripresa, forse per un eccesso di sicurezza, sbaglia un po’ troppo in fase di impostazione, rimanendo comunque tremendamente importante per la manovra di gioco giallorossa.

SPINAZZOLA 7: Se non metti un uomo a presidiare la sua fascia, puoi star tranquillo che non ti farà dormire sonni tranquilli. Per tutta la partita si diverte a correre a perdifiato recuperando palloni e proponendo numerosi cross interessanti, purtroppo non sfruttati a dovere dai compagni del reparto offensivo. Cavallo pazzo.

MKHITARYAN 7: Se riesci a risultare tra i migliori in campo pur non trovando gol né assist, vuol dire che sei veramente inserito negli schemi della tua squadra. Duetta con facilità con qualsiasi compagno di squadra, provando tanti dribbling interessanti e dando il via all’azione di entrambi i 3-0, sia quello irregolare che regolare.

PELLEGRINI 6.5: Segna con abilità il gol del 3-0 dopo una splendida azione corale, purtroppo però cancellato dal var per un giusto fallo fischiato a Mkhitaryan. Per il resto si destreggia palla al piede svariando su diverse zone del campo, aiutando la squadra e non perdendo mai la concentrazione.

BORJA MAYORAL 6: Nonostante la sua squadra abbia prodotto un gioco molto offensivo e propositivo, lui non è riuscito a essere determinante come al solito. A livello di passaggi non sbaglia praticamente nulla, ma non si segnalano occasioni particolari venute dai suoi piedi, ergo per cui non posso dargli un voto diverso dalla semplice sufficienza.

DZEKO 6 (Dal 69’ per Borja Mayoral): Entra nel finale col compito di gestire palla e dare tranquillità a tutta la squadra, lui risponde con qualche recupero importante e il tocco preciso che porterà poi al 3-0 di Pedrito. Bene così!

PEDRO 6.5 (Dal 78’ per Veretout): Torna in campo dopo diverse settimane e riesce col primo tiro in porta a trovare un gol bellissimo e liberatorio. Questo è il Pedrito che conosco!

DIAWARA sv (Dall’87’ per Pellegrini): Gioca talmente pochi minuti che mi risulta davvero impossibile dargli una qualsivoglia valutazione. Una prova in vista dell’Europa League?

BRUNO PERES sv (Dall’87’ per Spinazzola): Anche lui entra nel finale solamente per toccare qualche pallone e far riposare Spinazzola in vista della sfida di Europa League contro il Braga.

FONSECA 7: Torna alla vittoria dopo la sconfitta di Torino con una prestazione convincente e di livello. Considerando lo stato di forma dei suoi giocatori mette in campo la migliore formazione possibile, dimostrando di non voler sottovalutare nessuno anche in vista della difficile sfida europea che potrebbe svoltare la stagione. Così si fa!

VOTO DI SQUADRA 7: Vittoria convincente e con pochi patemi per una squadra che contro le piccole sembra completamente trasformata. Attenta e sicura in difesa, rocciosa in mezzo al campo e cinica davanti, se riuscissimo a essere continui anche con le prime 6 della classe sognare non sarebbe vietato. Ma fino ad allora, testa al quarto posto!


Emanuele Grilli





Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata