In & Out

Roma Torino 3-1 - In & Out

a cura di Giovanni Acone
Redazione de Il Legionario
inserita un mese fa
175
0:00
844
Three is a magic number! Tre gol, tre punti, terzo posto. È questo il verdetto della sfida casalinga contro il Torino. La Roma, come nella scorsa giornata, mette in ghiaccio il risultato già nel primo tempo, con le marcature di Mkhitaryan e Veretout e Pellegrini.
Qualche pasticcio difensivo e un Toro votato all’attacco impensieriscono Pau Lopez, che concede la marcatura a Belotti. Nel finale Borja Mayoral potrebbe chiudere definitivamente i giochi, ma aspetta troppo per la conclusione. La Roma è ora terza al pari della Juventus, prossima fermata: trasferta a Bergamo, contro un’Atalanta in subbuglio, ma comunque capace di strappare un pari ai bianconeri.


IN

Henryk Mkhitaryan

L’armeno non accenna a rallentare. Prima della partita era dato in panchina, ma Hernyk sembra non voler graziare nessuno in questo frangente di stagione. Risulta ancora decisivo e fondamentale nello scacchiere di Fonseca. Abile a sbloccare la partita con un gran tiro che colpisce il palo, infilandosi poi alle spalle di Milinkovic Savic. Come al solito è il più pericoloso dei suoi e dai suoi piedi nasce anche il bellissimo lancio che porta al terzo gol dei giallorossi. Chissà lo scorso anno senza i tanti infortuni…

Chris Smalling
Tornato finalmente capo della difesa, Chris non ci mette molto a ritrovare il filo. Vecchie e dure abitudini per contrastare il “gallo” ed Edera che provano a dare speranze al Toro. Chris parte subito bene fermando proprio Belotti al settimo minuto, per poi gestire col minimo sforzo una difesa un po’ indecisa. Sul gol degli ospiti prova a ribatterla via, ma sfortunatamente Belotti trova lo spiraglio per far passare il pallone.


OUT

Pau Lopez – Roger Ibanez

Attenti a quei due. L’asse spagnolo-argentino nel secondo tempo traballa. Ibanez sembra perdere un po' di smalto, concedendo più di qualche tiro agli ospiti; Pau dal canto suo ringrazia invece la traversa, rea di aver respinto la conclusione di Edera e anche Bonazzoli, che per una questione di centimetri non insacca alla sua sinistra una bellissima conclusione. Su quella che sembra una respinta tranquilla commettono il misfatto, ognuno aspettandosi un intervento dell’altro, sporcano più volte il pallone prima che Belotti lo trasformi nell’unico gol del Torino.
Possibile che uno dei due non giochi nella trasferta bergamasca.


Giovanni Acone





Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata