Analisi tattica dei gol

Roma Spezia 2-4 - L' analisi dei gol

a cura di Matteo Bianchetti
Redazione de Il Legionario
inserita 9 mesi fa
272
5:00
242222
• 0 – 1 gol di Gălăbinov

Una partita che ha del tragi-comico, parte nel peggiore dei modi: rigore per lo Spezia per fallo di Cristante su Maggiore.
L’esterno, capitano dello Spezia, entra in area, dribblando tutti i giallorossi, l’unico ad opporsi è Cristante che però commette fallo.
Gălăbinov va alla battuta e non sbaglia. 0 a 1 dopo 6 minuti.


• 0 – 2 gol di Saponara

Al 15’ un errore grossolano di Kumbulla porta al raddoppio dello Spezia.
Rinvio sbagliato della difesa giallorossa che regala un’occasione d’oro agli avversari. Squadra sbilanciata, Saponara viene liberato al tiro che finisce in rete alle spalle di Pau Lopez.
Una Roma impaurita, esattamente come accaduto nel derby, non riesce ad impostare l’azione da dietro, come ordina mister Fonseca. Forse, in alcuni casi, rilanciare lungo eviterebbe inutili pericoli, soprattutto in condizioni di insicurezza.


• 1 – 2 gol di Pellegrini

Allo scadere del primo tempo Pellegrini si procura il rigore e accorcia le distanze dagli 11 metri.
Un bel passaggio di Pedro libera Pellegrini in area, il capitano giallorosso anticipa il difensore e viene atterrato. Rigore netto, portiere da una parte e pallone dall’altra.


• 2 – 2 gol di Mkhitaryan

Nel secondo tempo la Roma ci prova, divorando gol su gol. Mkhitaryan però ci prova fino a metterla dentro per agguantare il pareggio.
Azione di prima, Veretout per Mkhitaryan, triangolo con Borja Mayoral e pallonetto al portiere. 2 a 2.
Bella azione in una serata buia. Si va ai supplementari…


• 2 – 3 gol di Verde

Nel primo minuto del primo tempo supplementare succede di tutto: Mancini si becca ingenuamente la seconda ammonizione e sul calcio di punizione un lancio lungo sorprende la difesa, Pau Lopez, in uscita, cicca clamorosamente il pallone ma stende l’attaccante avversario beccandosi i cartellino rosso.
La panchina giallorossa perciò pensa bene di perdere la partita a tavolino, facendo 6 sostituzioni, nonostante Pellegrini abbia provato a far ragionare il team manager Gombar.
Nel secondo tempo supplementare, Daniele Verde, 168 centimetri, stacca di testa in mezzo all’area e porta in vantaggio lo Spezia.


• 2 – 4 gol di Saponara

Con la Roma ormai distrutta Saponara dà il colpo di grazia, siglando un bel gol con un pallonetto a beffare il povero Fuzato.
Inutile evidenziare la mancanza di cattiveria dei giallorossi in una settimana che mette in ombra tutto quello che di bello è stato visto fino alla partita con l’Inter.


Matteo Bianchetti





Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata