Triplice fischio

Roma shock, eliminata ancora dallo Spezia

Una serata degli orrori quella di ieri, talmente inverosimile e surreale da poter essere una puntata di Scherzi a Parte. Al triplice fischio dell’arbitro però nessuno ci sveglia e la realtà è che la Roma viene ancora una volta eliminata dallo Spezia.
Redazione de Il Legionario
inserita 10 mesi fa
313
5:00
204040
Una Roma che è scesa in campo come se il derby non fosse mai finito, con la stessa mollezza e svogliataggine vista venerdì e che ha portato lo Spezia a realizzare due gol nei primi 15 minuti. Già questo mette in allarme tutti, visto che la squadra di Fonseca, statisticamente, è solita realizzare lei la maggior parte di gol nella prima fase dei match.
I giallorossi cercano di rimboccarsi le maniche e, dopo qualche occasione sprecata, soprattutto da Borja Mayoral non in serata, allo scadere del primo tempo trovano un rigore che permette a Pellegrini di accorciare le distanze.

Nella ripresa al 22’ ancora Borja Mayoral solo davanti al portiere sbaglia clamorosamente, ma la Roma continua a spingere e al 28’ trova il pareggio con un gran gol di Mkhitaryan. I giallorossi sembrano essere in grado di trovare il gol del sorpasso, creano tanto ma non riescono a pungere. A 4 minuti dalla fine l’occasione più ghiotta arriva sui piedi di Borja Mayoral che ancora una volta, solo davanti Krapikas, sbaglia clamorosamente facendo infuriare tutti.

Si va ai tempi supplementari ed è il culmine degli orrori.
Mancini e Pau Lopez vengono espulsi nel giro di 1 minuto. I giallorossi tengono nel primo tempo, ma capitolano nel secondo sotto le reti di Verdi (di testa) e Saponara (pallonetto).

Gol tra l’altro inutili perchè Fonseca nei tempi supplementari aveva effettuato due ulteriori sostituzioni dopo le quattro già fatte nei regolamentari, pensando di avere un cambio in più essendo nell'extra time.
Il comunicato ufficiale 206/A, quello con cui si porta da tre a cinque il numero di cambi disponibili chiarisce la questione, consentendo un quarto slot rispetto ai tre standard, ma non un cambio in più rispetto ai cinque già effettuati*.
Quindi la partita sarebbe stata comunque persa per 3-0 a tavolino.

Non c’è nulla da dire in più su questo match, quel che è certo è che il nostro amore per la maglia non fa che aumentare in questi casi, ma siamo ancora sotto shock per lo spettacolo penoso, in tutti i sensi, a cui abbiamo dovuto assistere.

*Ecco il testo del regolamento:
di prevedere che ogni squadra possa effettuare le suddette sostituzioni utilizzandoal massimo tre interruzioni della gara, oltre all’intervallo previsto tra i due tempi di gioco, nonché, nell’eventualità di disputa dei tempi supplementari, una quarta interruzione, oltre a quelle previste tra la fine dei tempi regolamentari e l’inizio del primo tempo supplementare e tra il primo e il secondo tempo supplementare, solo nel caso in cui al termine dei tempi regolamentari siano stati sostituiti meno di cinque calciatori/calciatrici. Si precisa che, laddove le due squadre effettuino una sostituzione nello stesso momento, questa verrà considerata un’interruzione della gara utilizzata per le sostituzioni da entrambe le squadre.


ES






Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

ULTIMI ARTICOLI

ULTIMI ARTICOLI

inserita 6 giorni fa

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata