Triplice fischio

Roma Napoli 1-4 - Ora è veramente dura

I giallorossi perdono malamente contro il Napoli e la zona Champions diventa sempre più un miraggio
Redazione de Il Legionario
inserita 4 mesi fa
249
7:00
966
Niente, dopo tre partite possiamo constatare che il testaccino e passionale Ranieri non è riuscito a fare il miracolo di ridare un’anima a questa Roma. Il copione non è cambiato: dopo la vittoria fortunosa contro l’Empoli e la figuraccia contro la SPAL, la Roma continua a deludere. Contro il Napoli “scende in campo” una squadra svogliata, che già dopo due minuti ci prepara al peggio, subendo la rete di Milik. I giallorossi a sprazzi cercano di recuperare il risultato, ma fisicamente e mentalmente non reggono un Napoli che con il minimo sforzo controlla il gioco e la partita. Solo allo scadere del primo tempo la Roma riesce ad imbastire un’azione decente, ottenendo il massimo, un calcio di rigore che poi Perotti realizza, regalando ai tifosi giallorossi 15 minuti di illusione, giusto perchè si va all’intervallo. Infatti quando le squadre rientrano in campo ecco che ricomincia il calvario. Al 5° papera di Olsen, Mertens ringrazia e realizza il 2-1, cinque minuti più tardi Verdi sigla il 3-1 a conclusione di una perfetta ripartenza dei partenopei. La Roma ci prova dalla distanza con Cristante, il tiro potente ma centrale viene ribattuto da Meret, Nzonzi è sulla traiettoria, ma il suo colpo di testa da posizione ravvicinata colpisce la traversa. Sembra un film di Fantozzi, i giallorossi compiono errori veramente goffi in ogni zona del campo e a dieci minuti dalla fine subiscono anche il poker di Ounas.

La zona Champions oramai è un’utopia, la Roma viene scavalcata in classifica anche dall’Atalanta. A fine partita partono dei fischi, appena accennati però, perchè i tifosi oramai sono stanchi anche di fischiarla questa squadra, amata, difesa, sostenuta sempre, applaudita anche nelle sconfitte... quando sono arrivate con dignità. Il tifoso Ranieri, nel post partita, ha detto che non si pente di aver scelto di allenare la Roma, anche noi tifosi non ci pentiremo o stancheremo mai di tifarla, ma ora tocca alla squadra cacciare gli attributi.

Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata