In & Out

Roma Milan 1-2 In & Out

a cura di Giovanni Acone
Redazione de Il Legionario
inserita un mese fa
148
3:00
522
La maledizione continua. Mourinho non riesce ancora nell’intento di vincere un big match e perde anche la sua striscia di imbattibilità interna con un modesto Milan che punge poco, ma concretizza tanto. Bastano un rigore (molto dubbio) di Kessié e prima ancora una punizione di Ibrahimovic per andare via coi tre punti. El Shaarawy la riapre sul finale, ma al 94’ su un netto fallo di Kjaer, l’arbitro, il signor Maresca, non ravvisa nulla e dopo poco fischia il termine del match. Difficile parlare di episodi casuali: sul rigore Ibanez prende prima il pallone, sul finale il difensore rossonero danese è autore di un fallo uguale a quello di Dumfries che settimana scorsa aveva portato ad un rigore per la Juventus. Nel primo episodio il direttore di gara viene anche richiamato dal VAR, ma decide idi confermare la sua decisione. Sul piano del gioco la Roma costruisce ma non finalizza mai e arriva poche volte a creare seri problemi, ritrova una mezza quadra in difesa, ma avanti è troppo poco. Altra presenza per Felix che sostituisce ancora una volta Mkhitaryan, dando prova di essere più in partita nonostante la giovane età. Il quarto posto è ancora nostro, ma deve cambiare assolutamente qualcosa.


IN

Lorenzo Pellegrini

In una serata di luci e ombre brilla poco, ma tanto da essere il migliore dei suoi e ciò già dice molto. Anche lui non riesce a capitalizzare le occasioni che gli capitano, ma ha il merito di costringere Hernandez al secondo giallo, riuscirebbe anche a trovare un rigore in extremis, se non fosse che Maresca ha la testa da un’altra parte. Finisce la partita acciaccato, dando il tutto che però non basta se a tirare la barca sono solo in pochi.


OUT

Abraham – Mkhitaryan

Da loro ci si aspetta sempre quel guizzo, quel lampo che spacchi in due la partita, ma il cielo sopra l’Olimpico è privo di nuvole. Veramente poca roba per la coppia che dovrebbe trascinare la squadra a suon di gol ed un digiuno che per entrambi dura da troppo. L’armeno viene nuovamente sostituito a fine primo tempo e l’inglese lo segue dopo poco. Con Mayoral in tribuna e Shomurodov che fatica a carburare la Roma offensivamente è in riserva. Urge cambio di marcia.

Rui Patricio
Pesa tanto l’errore di lettura sulla punizione di Ibrahimovic che costringe i suoi ad inseguire, gli si chiede una speranza sul rigore di Kessié, ma nessuno risponde. Rui che tanto aveva esaltato ad inizio anno, sembra invece disorientato nelle partite che più contano. Problema che, per un portiere insostituibile agli occhi di Mou, è pesante.


Giovanni Acone






Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

ULTIMI ARTICOLI

ULTIMI ARTICOLI

inserita 6 giorni fa

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata