La settimana giallorossa

Roma-Lecce, è ora di tornare con i piedi per terra: la settimana giallorossa.

a cura di Marco Paluzzi
Redazione de Il Legionario
inserita 10 mesi fa
484
7:00
211616
Quella contro l’Atalanta può essere considerata une vera e propria batosta, sia calcisticamente che moralmente. Ma, se è vero che non tutti i mali vengono per nuocere, la Roma deve avere l’umiltà di ripartire e di imparare dai propri errori. Allora , a meno di quattro giorni dalla partita contro la Dea, c’è già la possibilità di rialzarsi sulle gambe e continuare a camminare. Questa volta la squadra di Fonseca avrà davanti la neo promossa Lecce, una squadra che sta sorprendendo tutti visto l’inizio di campionato abbastanza positivo. Contro i giallorossi hanno sofferto Torino e Spal, due squadre toste ed organizzate. È proprio quest’ultima a spaventare la compagine giallorossa (Roma) visto che nell’ultima gara giocata è mancata proprio l’organizzazione tattica, complice i tre cambi di modulo fatti a partita in corso. Vediamo nel dettaglio come è stata questa settimana giallorossa.

Cambiano gli interpreti contro il Lecce: chi giocherà?
Dalla conferenza stampa fatta oggi da Fonseca, l’unico dato utile emerso è che rispetto al match contro l’Atalanta, cambieranno alcuni giocatori. Con il confermatissimo Smalling, forse unica nota positiva nella disfatta atalantina, dovrebbe esserci Fazio. Sulle fasce out Spinazzola, che ha comunque recuperato dall’infortunio, e Kolarov. A centrocampo giocherà Veretout, che avrà sicuramente voglia di riscattarsi dall’errore che ha causato l’1 a 0 contro l’Atalanta, Cristante e Pellegrini, chiamato ad una grande prova. In attacco, molto probabilmente, non sarà della partita Zaniolo. Per lui, in settimana, c’è stata qualche tiratina d’orecchie da parte di Fonseca e, salvo infortuni, non dovrebbe essere della partita. Spazio a Kluivert che, in tandem con Mkhitaryan, dovrà sostenere Edin Dzeko.

Siamo tutti con Juan Jesus: mai più razzismo
Questa settimana, purtroppo, è stata anche scenario di un episodio infelice. Difatti, un “tifoso” della Roma, viste le ultime prestazioni di Juan Jesus, ha ben pensato di insultarlo su Instagram, andando ad offenderlo personalmente. La Roma, dal canto suo, è immediatamente intervenuta ed ha deciso di daspare a vita il ragazzo dallo stadio.
Anche la Lega Serie A ha deciso di intervenire sul tema e chissà se il gesto della Roma possa essere un esempio da seguire per tutti i club, affinché la piaga del razzismo venga finalmente debellato negli stadi. Sarà un processo lungo, virtuoso, che si scontrerà con una tematica ancora più complessa, quella culturale, ma c’è bisogno di intervenire. Nel frattempo, tutti noi TIFOSI, siamo con Juan Jesus.


Marco Paluzzi





Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata