In & Out

Roma Fiorentina 2-0 - In & Out

a cura di Giovanni Acone
Redazione de Il Legionario
inserita 22 giorni fa
294
0:00
655
La Roma vede viola e si esalta. Così come era successo la scorsa stagione, anche questa volta i giallorossi cacciano fuori una delle loro migliori prestazioni proprio contro la Fiorentina. Dal decimo minuto in poi, sempre in controllo della partita e concedendo solo la polvere agli avversari.
Sugli scudi la partita della linea difensiva Smalling-Mancini-Ibanez, che conquistano il secondo “Clean Sheet” di fila annullando Ribery e Castrovilli.
Con il passare del tempo e degli impegni, l’ambiente intorno alla squadra diventa sempre più positivo. I titolari sembrano essere in gran forma, ma dovranno continuare a crescere le seconde linee, necessarie per il prosieguo della striscia di risultati utili.


IN

Chris Smalling

Più vedo quelle treccine in campo, più penso a quanto il nostro Predator ci era mancato. È l’uomo giusto per governare il reparto arretrato ed anche il maestro giusto per aiutare Kumbulla, Ibanez e Mancini nella loro maturazione calcistica. Gioca l’intera partita fermando sul nascere qualsiasi pericolo per Mirante.
La doppia scivolata oltre la metà campo, sul finire di primo tempo, è poesia difensiva.

Edin Dzeko
Sfortunato a trovare un Dragowski così sul pezzo, Edin è l’unico nome che manca sul tabellino dei marcatori. Torre e faro dei suoi compagni, sull’azione del vantaggio porta su di sé Milenkovic e Quarta, aprendo la strada all’avanzata di Spinazzola, conclusa con il pallone in rete. Va vicino alla marcatura in almeno un paio di occasioni, ma i riflessi del portiere polacco, gli tolgono la gioia del gol. È protagonista anche nel magistrale contropiede del raddoppio, servendo Mkhitaryan poi assistman per Pedro. Un po' nervoso col direttore di gara, ma come dargli torto?
Difficile per Mayoral essere alla sua altezza.


OUT
Nella partita della domenica pomeriggio è impossibile trovare qualcuno sotto la sufficienza, ripeto che la prestazione corale è stata ottima. Manca un rosso a Castrovilli, ma i tre punti sono arrivati comunque, avanti così.

Vorrei poter concedere infine, seppur nel mio piccolo spazio di scrittura, un saluto a Gigi Proietti, romano e romanista, scomparso oggi, uomo vero. Va a lui il mio pensiero.


Giovanni Acone






Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata