Pagelle
APPROFONDIMENTI

Roma Cagliari 1-0 - Le pagelle (con video)

di Emanuele Grilli
Redazione de Il Legionario
inserita 4 mesi fa
503
10:00
262323
ALLISON 6: Il Cagliari non crea nessun pericolo verso la sua porta, tranne con un tiro di Farias che però finisce alle stelle. Serata tranquilla con qualche brivido dovuto dal freddo.

FLORENZI 5.5: Il passaggio in orizzontale in mezzo all'area di rigore è stato un autentico suicidio, per fortuna non sfruttato dagli attaccanti ospiti. Per il resto si fa vedere poco in avanti, risultando abbastanza inutile alla manovra di gioco giallorossa.

MANOLAS 6.5: Gioca una partita molto tranquilla riuscendo sempre a trovare il giusto anticipo e, nonostante i piedi quadrati, riesce anche a fornire qualche pallone niente male. Bene cosi.





FAZIO 7: Riesce a giganteggiare sul discreto attacco rossoblú con una facilità disarmante, e su un pallone fortuito al 94' riesce a far vincere ai suoi una partita soffertissima e importante. Grande comandante, e grazie per questa gioia!

KOLAROV 6.5: In questa partita possiamo rinominarlo "il crossatore Folle", visto che ogni volta che la palla passa dai suoi piedi viene subito scaraventata in mezzo per l'attaccante di turno. Su un suo cross dalla sinistra arriva il gol che fa vincere la partita, perciò è giusto dargli parte dei meriti della squadra.

DE ROSSI 6: Nonostante il ruolo lo imponga a gestire tanti palloni non ne passano molti tra i suoi piedi, ciononostante non perde mai la concentrazione e li gestisce tutti ottimamente. L'esultanza al gol di Fazio vale da sola il prezzo del biglietto.

PELLEGRINI 5.5: Nel primo tempo viene ammonito al primo vero fallo di gioco, e da quel momento inizia a giocare con il freno a mano tirato. Non compie errori particolarmente gravi, ma non riesce a fornire quel contributo che mi farebbe dare la sufficienza.

NAINGGOLAN 6: Merita la sufficienza perché soprattutto nel primo tempo è l'unico che cerca di creare qualcosa verso la porta di Cragno, ma da un giocatore come lui mi aspetto sicuramente qualcosa di meglio. Probabilmente ha giocato sottotono anche per non subire l'ammonizione che gli avrebbe fatto saltare la Juventus.

SCHICK 5: Lo scontro fortuito con Dzeko nella ripresa è la chiara testimonianza che come esterno non può giocare. Le qualità tecniche e la grinta ci sono, ma ancora deve trovare la giusta collocazione in campo. Speriamo che Di Francesco riesca a trovarla in tempi brevi.

DZEKO 5: L'unica cosa positiva della sua prestazione è il fallo da rigore che si conquista con abilità, mentre per il resto appare troppo pachidermico e avulso dal gioco giallorosso. Quando non è in forma fatica a dare una mano, mostrando i difetti che non lo rendono un vero e proprio campione.

PEROTTI 5: Il voto è dovuto specialmente alle errore grossolano sul rigore, che ha rischiato di non far portare a casa tre punti importantissimi. Per il resto però è il più pericoloso del Tridente offensivo, anche se le sue conclusioni non sono mai state un vero e proprio problema per il portiere.

EL SHAARAWY 5.5: Ha circa 25 minuti per mettersi in mostra ma non riesce nel suo intento, dimostrandosi quindi come cambio poco ispirato.

STROOTMAN sv: Entra specialmente per non far prendere un giallo a Nainggolan negli ultimi minuti, ma nel complesso gestisce bene la palla nei pochi minuti giocati.

C. UNDER sv: Una bella giocata negli ultimi minuti purtroppo sventata dalla difesa è l'emblema della sua esperienza finora: molto grintosa ma poco concreta.

MISTER DI FRANCESCO 5.5: Questa volta è giusto fargli qualche piccola critica: la formazione iniziale desta fin da subito qualche perplessità, soprattutto con l'utilizzo di Schick ancora come esterno d'attacco. I cambi fatti nella ripresa non sortiscono l'effetto sperato, e c'è bisogno di un lampo di Fazio alla fine per portare a casa tre punti contro un avversario modesto. Se in difesa il suo lavoro è stato eccellente, deve migliorare ancora sulla gestione degli attaccanti a disposizione.

VOTO DI SQUADRA 6: Il voto è chiaramente influenzato dalla Vittoria ottenuta negli ultimi minuti, ma la prestazione non si può considerare sufficiente. Troppi errori in fase di impostazione, poca concretezza e soprattutto poco movimento, il che mi fa capire che alcuni giocatori devono ancora capire come mettersi a disposizione della squadra. I tre punti erano importanti e siamo riusciti ad ottenerli, ma contro avversari più forti servirà assolutamente maggiore intelligenza tattica.

Emanuele Grilli


Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata