In & Out

Roma Brescia 3-0 In & Out

a cura di Giovanni Acone
Redazione de Il Legionario
inserita 8 mesi fa
419
0:00
161212
La Roma ritrova la strada giusta e colpisce con un netto 3-0 il Brescia in casa. Se nei primi 45’ gli uomini di Fabio Grosso impensieriscono e tengono il punteggio sullo 0-0, nella ripresa per l’ennesima volta in stagione, i giallorossi trovano nuovo vigore e segnano le tre reti che sanciscono il contro-sorpasso all’Atalanta e il quarto posto (a pari merito col Cagliari).
A fare la differenza è la coppia di centrali Smalling – Mancini, partecipi in tutte le marcature. Una vittoria che serviva a ridare forza e morale agli uomini di Fonseca e che li proietta agli scontri con Basaksehir ed Hellas Verona, antipasti del big match del 6 dicembre a San Siro contro l’Inter.
Nota di merito a Pau Lopez che con una gran parata evita il vantaggio ospite su una botta da fuori di Ndoj nella prima frazione di gioco.


IN

Chris Smalling

Inamovibile, sia dal mister tra l’elenco dei titolari, sia dagli avversari. Chris gioca come se fosse qui da tre stagioni, corre avanti e indietro, chiude e sovrasta chiunque non indossi i suoi stessi colori, ma soprattutto tira fuori dal cilindro una prestazione da 10.
Che sia lo stile di gioco giallorosso che lo rende uno dei cardini, che sia la sua nuova dieta vegana mediterranea, Smalling non ha mai dimostrato di sentire il peso dei suoi predecessori, anzi.
Nel successo giallorosso segna, fornisce due assist e garantisce la porta inviolata (cosa gli si deve chiedere di più?). Prima incorna come suo solito ormai, poi serve sugli sviluppi di un corner Mancini per il raddoppio, infine (sempre di testa) dà a Dzeko il pallone della chiusura definitiva.
Poche chiacchiere, tanta testa, in tutti i sensi. Che giocatore il vegano con i dread!

Edin Dzeko
Come secondo ‘IN’ ci sarebbe facilmente stato anche Gianluca Mancini, ma opto per il bosniaco per due semplici motivi: torna a segnare dopo circa un mese dall’ultima volta (Roma Milan 2-1);
cerca di buttare giù la porta per tutti i 90’, senza disdegnare la solita ottima prestazione per favorire anche i suoi compagni.
La doppietta gli viene negata solo da una grande parata di Joronen e da un fuorigioco.
Molto positiva la sua prestazione che contribuisce anche a togliere qualche pensiero a Fonseca, il quale avrà solo il bosniaco come punta vera e propria, almeno fino a gennaio.
Raggiunge quota 6 in campionato questa stagione e meno sei per entrare nel club ‘dei 100’, di cui fan parte solo altri tre ex bomber giallorossi: Montella, Pruzzo e Totti.


OUT

Justin Kluivert – Nicolò Zaniolo

Li metto insieme in questa sezione, ma attenzione, non si tratta di veri e propri out: i due giovani esterni fanno i conti con una lunga serie di partite giocate a ritmi elevati e può capitare che si facciano prendere dal nervosismo e dalla stanchezza che impedisce loro di aver il massimo della lucidità.
Il primo non riesce a concludere al meglio le sue fughe, il secondo si becca un cartellino giallo che gli vale l’espulsione automatica per la gara contro il Verona, certo, meglio lì che a Milano. Non mi preoccupa questa gara, so che entrambi torneranno a dare più di prima in campo.
Va però ricordato che Zaniolo era riuscito anche a bucare Joronen, la rete gli viene però annullata causa una giusta segnalazione del VAR che mostra come nell’azione che ha portato al gol, Pellegrini non riesce a tenere la sfera in campo.


Giovanni Acone




Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata