Analisi tattica dei gol

Roma Brescia 3-0 - L'analisi dei gol

a cura di Matteo Bianchetti
Redazione de Il Legionario
inserita un mese fa
336
0:00
833
• 1 – 0 gol di Smalling



Dopo un primo tempo bloccato in cui il Brescia si è chiuso in difesa per 45 minuti, la Roma può sbloccarla solamente da calcio piazzato. Così avviene nel secondo tempo, con un colpo di testa di Smalling deviato da un difensore del Brescia.
Calcio d’angolo dalla destra, Pellegrini a battere, mette un bel cross sul secondo palo dove c’è Smalling che salta altissimo e schiaccia la palla verso la porta avversaria, Cistana si trova sulla traiettoria e devia in maniera goffa il pallone nella propria rete beffando il suo portiere.
Ottimo lo stacco imperioso di Smalling che, come sempre, porta fisicità e centimetri in area avversaria.


• 2 – 0 gol di Mancini



Con il Brescia che prova a riagguantare il pareggio, è la Roma ad andare sul 2 a 0 con un gol meraviglioso di Mancini.
Sugli sviluppi di un calcio d’angolo la palla finisce sulla fascia sinistra fra i piedi di Kluivert il quale fa partire un cross tagliato in area dove c’è il solito Smalling a fare sponda di testa per Mancini. Il numero 23 giallorosso si coordina in un millesimo di secondo e con una girata al volo scavalca il portiere avversario e mette la palla sul secondo palo.
Gol da grande attaccante per Mancini che dopo aver sorpreso nel ruolo di mediano di centrocampo, ora sorprende anche da attaccante.
Degni di lode: Smalling per la sponda di testa e Kluivert per il lancio millimetrico.


• 3 – 0 gol di Dzeko



Dopo un gol annullato a Zaniolo, la Roma trova comunque il 3 a 0 di nuovo su calcio, grazie al rapace d’area Edin Dzeko.
Lo scenario è lo stesso, identico del primo gol: Pellegrini alla battuta dalla destra, pallone sul secondo palo, Smalling svetta di testa, deviazione in area di un avversario, portiere beffato. Questa volta però Dzeko deve metterci lo zampino per spingere il pallone in rete a porta ormai sguarnita.
Roma pericolosissima su calcio piazzato, diventando la seconda squadra (dopo l’Inter) a segnare più gol in queste occasioni. Inutile sottolineare il fatto che Fonseca tenga molto a questo aspetto.
Perfetti i cross di Pellegrini a cercare il sempre presente Smalling. Bravissimo Dzeko a mettere dentro un pallone da vero numero 9.


Matteo Bianchetti





Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata