In & Out

Roma Braga 3-1 - In & Out

a cura di Giovanni Acone
Redazione de Il Legionario
inserita 4 mesi fa
229
4:00
101616
La Roma supera agilmente l’ostacolo portoghese e si lancia agli ottavi di finale. Tre ad uno per i giallorossi, così recita il risultato finale, la squadra ha saputo ben tenere a bada il Braga che non riesce a trafiggere Pau Lopez, se non con l’ “aiuto” di Cristante. I giallorossi si proiettano dunque alla sfida con il Milan di domenica sera col morale alto, ma un Edin Dzeko in meno, costretto nel secondo tempo a chiedere il cambio per un problema all’adduttore. Il bosniaco viene poi sostituito da Mayoral, che come al solito, in Europa si illumina e trova l’ennesimo gol.
Si riconferma dopo l’andata anche Diawara, più sicuro e concreto a centrocampo, concedendo qualche libertà in più anche a Veretout sulla fascia.


IN

Stephan El Shaarawy

Torna titolare in questa gara e dà prova di avere ancora tanta voglia e talento, ma anche del bisogno di inserirsi ancora per bene negli schemi di Fonseca. Parte a tutta birra e spedisce il pallone sul palo, da cui nasce subito dopo il gol di Edin Dzeko e successivamente trova ancora Pedro, che viene però fermato dalla traversa. Molto buono anche il lavoro difensivo di copertura. Scalda le gambe in vista di un possibile impiego contro il Milan.


Carles Pérez
Subentra proprio ad El Shaarawy in modalità plus ultra. A voler dimostrare di meritare la titolarità nelle partite di turnover, prima procura il rigore (fallito da Pellegrini), poi infila al volo per il due a zero ed infine inventa per Spinazzola che serve Borja Mayoral per il terzo gol. Le critiche nei suoi confronti si basavano soprattutto su un gioco spesso individuale e sterile, totalmente opposto a quanto visto oggi.



OUT

Bryan Cristante

Ha il demerito di far crollare l’imbattibilità di Pau Lopez realizzando sfortunatamente un altro autogol dopo quello di Bologna. Nella prima metà a stento contiene Sporar e Galeno, poi esce piano piano cercando di aiutare nell’impostazione del gol, la buona volontà viene macchiata dalla zampata che infila il pallone nella sua porta. Da sottolineare come abbia però giocato non al massimo della forma, pur di aiutare i suoi.


Giovanni Acone





Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata