Analisi tattica dei gol
APPROFONDIMENTI

Roma Bologna 2-1 - L'analisi dei gol

di Matteo Bianchetti
Redazione de Il Legionario
inserita 7 mesi fa
270
10:00
1588
• 1 – 0 rigore procurato da El Shaarawy





La Roma riesce a sbloccare una partita, che si è dimostrata più difficile del previsto, grazie ad un’invenzione di El Shaarawy che si procura un rigore prezioso, poi trasformato dal solito Kolarov.
L’azione parte proprio dai piedi del serbo, lungo linea mette un pallone in mezzo per El Shaarawy che compie un bel movimento venendo incontro, colpendo la palla di tacco e scattando subito verso il centro dell’area. Bravo Dzeko a farsi trovare dal faraone e a chiudere il triangolo. Ingenuo Helander che perde di vista il pallone e butta giù El Shaarawy con una goffa spallata.
Da notare il fatto che la maggior parte delle azioni e dei gol della Roma arrivano dalla fascia sinistra e sempre con gli stessi interpreti: Kolarov, El Shaarawy, Dzeko. Esattamente come contro Porto e Chievo.


• 2 – 0 gol di Fazio





Il raddoppio arriva su calcio d’angolo, sfruttando la fisicità e i centimetri di tutta la rosa giallorossa.
Gran cross tagliato di Kolarov dalla sinistra, prezioso lo stacco di testa di De Rossi che riesce a spizzare la palla direttamente sui piedi di Fazio. L’argentino, completamente solo, è bravo a tirare al volo e metterla incrociarla in fondo alla rete.
Grave errore della difesa del Bologna che marca a zona e si dimentica completamente di Fazio, lasciato solo già dall’inizio dell’azione. Bravo poi il difensore giallorosso a coordinarsi in fretta e impattare il pallone alla perfezione.
Nota di merito per il capitano della Roma, Daniele De Rossi, il quale, con la sua solita grinta, va a staccare in mezzo a tre giocatori del Bologna e compie un gran salto per raggiungere il cross di Kolarov.


• 2 – 1 gol di Sansone





Nei minuti finali, come spesso accade, la Roma si fa infilare dagli avversari e il Bologna accorcia le distanze con un gol di Sansone.
Bravo l’esterno del Bologna ad accentrarsi in velocità e trovare l’angolino basso della porta difesa da Olsen.
Male però tutta la difesa della Roma: Santon sbaglia completamente la marcatura consentendo a Sansone di entrare in area e convergere al centro, sbagliano anche tutti i suoi compagni di reparto mancando di reattività e lasciando troppo spazio all’attaccante rossoblu.


Matteo Bianchetti


Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata