Triplice fischio

Roma Ajax 1-1 Il sogno continua!

I giallorossi non giocano la partita perfetta, ma con tanto cuore e coraggio conquistano l’accesso alle semifinali di Europa League.
Redazione de Il Legionario
inserita 5 mesi fa
173
4:00
172222
Dopo tre anni da quella storica semifinale di Champions la Roma non molla il sogno e raggiunge con merito l’accesso alla semifinale di Europa Legue che la vedrà in sfida contro il Machester United, andata il 29 aprile e ritorno il 6 Maggio.

I giallorossi partono bene, al 5’ Pellegrini se ne va in contropiede involandosi tutto solo verso la porta di Stekelenburg, il tiro finale però è lento e facile preda del portiere. Tre minuti più tardi Veretout va in gol, ma l’arbitro annulla per la posizione di fuorigioco del centrocampista. Al 10’ una disattenzione nelle marcature sugli sviluppi di un calcio d’angolo, porta Tagliafico a colpire di testa tutto solo, per fortuna il pallone finisce alto. Pochi minuti più tardi è Pau Lopez in uno dei suoi rinvii scellerati a mettere i brividi alla difesa, i giallorossi riescono a sventare il pericolo. La Roma comincia ad abbassarsi e a lasciare il pallino del gioco all’Ajax, che al 20’ ci prova ancora con Tadic il cui tiro improvviso ma centrale è preda di un attento Pau Lopez. Il possesso palla è nettamente a favore degli olandesi (75%) che però nel corso del primo tempo non creano particolari pericoli ai giallorossi.

Nella ripresa Ten Haag inserisce Brobbey al posto di Antony, l’attaccante cambia il match da solo perché dopo soli 4 minuti si infila nelle maglie non proprio strette della difesa giallorossa e supera Pau Lopez con un pallonetto. I fantasmi si materializzano all’Olimpico, la fiducia comincia ad affievolirsi e la Roma sbanda clamorosamente rischiando di vanificare tutto nel giro di pochi minuti: all’11’ Tadic si avventa su una respinta corta di Pau Lopez e segna il gol che poteva far girare il destino a favore dell’Ajax, ma l’arbitro, richiamato dal VAR annulla per un netto fallo su Mkhitaryan ad inizio azione. La Roma sa che l’ha scampata bella e che è meglio non sfidare troppo la sorte, infatti questa volta la paura sembra scuoterla nel verso giusto. Dopo aver riacquistato fiducia difensiva i giallorossi riescono a colpire al 72' con un bel contropiede innescato da Cristante, Mkhitaryan serve ottimamente Calafiori che sulla sinistra è bravo a liberarsi del suo diretto avversario e a mettere al centro una bella palla per Dzeko, la sfera sporcata anche da un difensore arriva proprio sui piedi dello bosniaco che la deve solo spingerla in rete per un gol che è ossigeno puro per la Roma. Fonseca inserisce Borja Mayoral e Villar per Dzeko e Calafiori, qualche minuto più tardi entra anche Pedro per Mkhitaryan. Gli olandesi non si arrendono, ma i giallorossi riescono a difendere fino alla fine il pareggio e a conquistare con coraggio e merito la semifinale.

Il sogno continua, la Roma orgoglio nazionale affronterà il Manchester United in un match che sa di rivincita e di passione, quella fiamma che questi giocatori stanno dimostrando di avere nel cuore, quella che in tutti i tifosi non si è mai spenta.


ES






Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

ULTIMI ARTICOLI

ULTIMI ARTICOLI

inserita 17 ore fa
ULTIMI ARTICOLI

inserita ieri
ULTIMI ARTICOLI

inserita 6 giorni fa

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata